CURRICULUM

 

I N D I C E

  

A. Attività scientifica
B.  Organizzazione della cultura
C.  Attività didattica
D.  Tesi di laurea
E.  Convegni
F.  Pubblicazioni
               I.   Volumi
               II.  Curatele
               III. Saggi brevi, articoli, ecc.
              IV.  Prodotti multimediali e mostre

              Indici tematici

G.   Recensioni agli scritti di D. Scafoglio
H.   Antologia di giudizi estrapolati dalle recensioni

 

 

 

 

 

 

 

 

A.   ATTIVITA' SCIENTIFICA

 

 

     Laureato col massimo dei voti in lettere classiche  all' Università di Napoli, con tesi in Archeologia, professore ordinario di Antropologia culturale all' Università di Salerno, Domenico Scafoglio è ora presidente de "La Rete - Associazione per l' Unificazione dei Saperi Antropologici, Letterari, Filosofici, Psicologici" con sede in Napoli. Ha condotto ricerche nei territori più consolidati del campo antropologico e in aree d' interferenza multidisciplinare, in cui le tematiche antropologiche risultano indissolubilmente connesse soprattutto con quelle storiche e letterarie. 

 

     1. Ricerche sul terreno

     Il lavoro diretto sul terreno ha dato vita inizialmente a uno studio sulle scritte murali cittadine (Fascismo sui muri, 1976), sui culti arborei dei paesi di montagna (Le radici dell' albero, 1994) e a una ricerca su L' altalena (1994; 1996), seguita da Contesti culturali e scambio verbale nella Napoli contemporanea (1995), ed all' opera dedicata alle forme istituzionalizzate dell' invidia nell' Italia meridionale (La cultura dell' invidia, 1999). Una pluriennale attività di ricerca è alla base degli studi sui fenomeni di possessione e sulle pratiche esorcistiche, condotti in collaborazione con Simona De Luna (Corpi senza pace, 1998; Le anime perse, 2001; La possessione diabolica, 2003) e di altri scritti di antropologia religiosa (La Chiesa di legno, 2009; Polvere del nulla, 2004, ecc.). Associato alla ricerca bibliografica, il lavoro sul campo ha consentito di restituire alcuni filoni inediti o sconosciuti di letteratura di tradizione orale (L' epos brigantesco popolare, 1994; Poesia erotica popolare in Calabria, 1980, ecc.). 

 

     2. Antropologia storica

     Altre ricerche hanno portato ad  acquisire al territorio dell' antropologia lo studio dei rapporti tra l' élite giacobina e la plebe durante la rivoluzione napoletana del 1799 (Lazzari e giacobini, 1980, 1996, 1999), approfondendo in termini radicalmente nuovi i comportamenti e il ruolo svolto dalle classi popolari durante la Repubblica, grazie anche all' individuazione di nuove fonti, trascurate dalla storiografia ufficiale. Ulteriori ampliamenti e conferme in questa direzione costituiscono la sostanza del volume Michele 'o Pazzo e la Repubblica partenopea (2000) e del saggio Roghi repubblicani contro la rivoluzione culturale (2000, poi 2002, 2006), che illustrano  aspetti inediti del '99 napoletano.

     In anni più recenti D. Scafoglio ha ripreso gli studi sul brigantaggio postunitario, iniziati con la riproposizione delle Cronache del brigantaggio di Padula (1974), dedicando, in collaborazione con Simona De Luna, nuova attenzione al fenomeno delle brigantesse, attraverso lo studio dei processi e di altre fonti primarie, nonché della tradizione orale. I primi risultati di queste indagini, già anticipate in relazioni tenute ad alcuni convegni, si leggono nel volume Le donne col fucile (2007, rist. 2008) e le loro implicazioni teoriche sono chiarite nel saggio che apre il catalogo, curato da Simona De Luna, della mostra dedicata al medesimo tema, su ideazione di D. Scafoglio, Per forza e per amore (2007). L' edizione definitiva dell' opera sulle brigantesse, programmata per la fine del 2011, costituisce un capitolo inedito della storia delle donne, oltre a rappresentare un nuovo punto d' osservazione sull' intera storia del brigantaggio postunitario, attento alle condizioni di vita, alla quotidianità, al ruolo delle donne, al sistema dei valori e ai codici comportamentali delle micro-società brigantesche.

     All' area dell' antropologia storica afferiscono anche i saggi sulle manifestazioni festive e ludiche, più avanti presentati.         

 

     3. Antropologia del comico. La maschera di Pulcinella

     D. Scafoglio ha iniziato lo studio della maschera di Pulcinella dal secolo XVII ai nostri giorni nel 1984. Dopo la pubblicazione di alcuni saggi brevi e relazioni tenute a vari convegni in Italia e in Francia, la ricerca è sfociata, dopo otto anni, nel volume Pulcinella. Il mito e la storia (1992, pp. 1014, con alcune parti in collaborazione con L. Lombardi Satriani).  Negli anni successivi D. Scafoglio ha indagato sulla presenza di figure comiche afferenti a tipologie tricksteriche nelle culture euromediterranee, alla ricerca dei fondamenti di una antropologia del comico: ha presentato i primi risultati di uno studio su un trickster iraniano (L' eroe calvo persiano) nel convegno di Ischia del 1995, poi riproposti con approfondimenti al "13th Teheran International Puppet Theater festival" (22-27 luglio 2010) e ha illustrato il quadro teorico e metodologico degli studi sul Polichinelle francese al convegno di Charleville- Mézières, del 1998 (Pulcinella/Polichinelle. Methodologie et perspectives de recherche, 1999). A partire da Pulcinella, D. Scafoglio ha approfondito e condensato in un saggio i risvolti teorici delle sue ricerche sulla comicità su richiesta della University of North Carolina at Chapel Hill (Pulcinella. Per una antropologia del teatro comico, 1997); esso figura in un numero monografico di una rivista della stessa Università, tra  quindici contributi internazionali di antropologia letteraria. Con ulteriori approfondimenti D. Scafoglio ha riproposto le sue teorie nel saggio Il mondo è pieno di Pulcinelli, presentato al convegno internazionale su L' eroe comico nell' area euromediterranea (2009). Su questa linea di approfondimento teorico e metodologico si collocano anche i saggi Per un' antropologia del comico a partire dal Carnevale, presentato al Convegno Internazionale di Putignano (2009) e tradotto in spagnolo dall' Università Autonoma Metropolitana di Città del Messico (2010).    

 

     4. Studi sulla festa e sul Carnevale

     Il rapporto con la storia ha consentito di studiare la festa tradizionale come fenomeno culturale interclassista, superando i limiti troppo stretti del "popolare", entro cui la demologia del tempo serrava l' analisi di questi fenomeni. Un esempio di antropologia storica è il volume La maschera della Cuccagna (1981; 1994; 2001), che rappresenta un approfondimento particolare di un episodio di una più ampia storia del Carnevale a Napoli nei secoli XVII-XVIII (di prossima pubblicazione), di cui il volumetto Il Carnevale napoletano (1997), già edito, rappresenta una sintesi provvisoria, che tuttavia rende ragione della complessità dell' organizzazione e dei diversi livelli di fruizione della festa in una società stratificata.

     L' esperienza del Carnevale ha altresì consentito l' approfondimento della relazione storica tra festa e violenza, indagata già nell' Introduzione alla traduzione italiana di Festa e rivolta di Berçè (1985), e riproposta nello studio sullo charivari, La festa crudele (2004). Il rapporto tra i tempi della storia e le costanti metastoriche delle esperienze festive di tipo trasgressivo è stato discusso in alcuni saggi recenti (Maschere del tempo felice. Il Carnevale, la città, la storia, 2011), anche nella prospettiva della costruzione teorica dell' antropologia della comicità, nella linea del saggio sopra ricordato del 2010.

 

     5. Antropologia e letteratura

     Le problematiche afferenti al rapporto dell' antropologia culturale con la letteratura e il teatro hanno costituito per D. Scafoglio un settore privilegiato di analisi e di approfondimento storico e teorico, testimoniati dagli scritti datati dal 1975 e recentemente raccolti in parte nei tre volumi Antropologia e letteratura (1996; 2000; 2002), oltre che dagli scritti maggiori dedicati a Pulcinella, all' epos brigantesco e all' altalena. Sotto questo aspetto il Pulcinella del 1992 è stato il risultato che ha suscitato maggiore interesse nella comunità scientifica e nella cultura italiana.

     Ad esso bisogna aggiungere gli studi e il lavoro editoriale dedicati alla letteratura e alle scritture popolari (ved. avanti). Il fondamento teorico principale di questo incontro, certificato dagli scritti suddetti, è costituito dall' idea che le ricerche antropologiche e la riflessione degli scrittori sulla vita umana costituiscono due forme di conoscenza che, pur nella diversità delle procedure, che rendono irrinunciabile la loro autonomia, possono reciprocamente illuminarsi, approfondendo a un livello di maggiore complessità i loro rapporti, finora consumati in frammentarie forme di prestiti e contaminazioni tematiche.  

     Sul piano dell' organizzazione della cultura, questo interesse ha portato alla fondazione della sezione "Antropologia e letteratura", di cui D. Scafoglio è stato ispiratore e coordinatore, in seno all' Associazione Italiana per le Scienze Etno-antropologiche. Sette convegni degli ultimi anni, di cui parleremo, testimoniano i nuovi orizzonti teorico-metodologici entro cui il lavoro della sezione ha stimolato l' allargamento delle tematiche antropologiche.           

 

     6. Letteratura popolare, popolareggiante e dialettale

     D. Scafoglio aveva iniziato il suo lavoro di ricerca nel campo demoetnoantropologico con studi di letteratura popolare, avviando per la prima volta in questo settore la lettura antropologica dei testi letterari. Queste indagini hanno consentito di raccogliere sul terreno nuovi testi di tradizione orale e di scoprire e presentare in una luce nuova opere inedite o sconosciute (Terre e briganti, 1977; Norma e trasgressione nella letteratura popolare, 1984;  Racconti erotici italiani di tradizione orale, 1996; L' epos brigantesco popolare nell' Italia meridionale, 1996; Poesia erotica popolare in Calabria, 1980, ecc.).

     Nello stesso periodo D. Scafoglio ha compiuto ricerche sulla scrittura popolare, semipopolare e popolareggiante in dialetto e in lingua, in particolare su quella a stampa dei secoli XVIII-XX, riscoprendo e facendo oggetto di studio testi inediti o sconosciuti, che ha pubblicato, con cura filologica e studi introduttivi, nei volumi Il Te Deum de' Calabresi (1983, 1999); L' identità minacciata (1977); La Ceceide (1975); Ngagghia e la Rivigliade (1979), ecc.

     Il filo che lega alcuni di questi contributi, come L' identità minacciata, è costituito dal ritrovamento di un filone di letteratura dialettale, popolare e colta, variamente "inorganico" alla ufficialità culturale dell' Italia postunitaria, negli anni in cui il revival dialettale si poneva come una risposta ai processi di accentramento linguistico e culturale: testi e situazioni per la prima volta avvalorati come "fonti" capaci di restituire elementi innovativi al quadro storico-antropologico dell' Italia unificata, analogamente a quanto ha significato per la comprensione della rivoluzione partenopea il reperimento dei testi di propaganda giacobina per la plebe (Lazzari e giacobini), sopra ricordati. 

 

     7. Antropologia religiosa: la possessione diabolica

     Dal 1996 D. Scafoglio è impegnato, insieme a Simona De Luna, in una ricerca sul campo sulla possessione diabolica in Campania, i cui risultati si possono leggere in due primi volumi, Corpi senza pace (1998) e Le anime perse (2001). Il progetto iniziale si è andato progressivamente ampliando fino allo scritto maggiore, La possessione diabolica (2003), già ricordato, che costituisce un vasto studio di antropologia della malattia e della guarigione in un settore, quello dell' invasamento spiritico e diabolico in contesti religiosi cattolici, poco transitato dagli antropologi. Il lavoro si è avvalso di cifre psicoanalitiche, che sono state in parte illustrate nei loro rapporti storici con le discipline demoetnoantropologiche nel saggio Antropologia e psicanalisi (2006).

     Al campo dell' antropologia religiosa, e più precisamente ancora alle esperienze di limite,  afferiscono altri studi, quali La chiesa di legno (2009), dedicato all' esperienza religiosa di una eretica contadina della Campania, e la pubblicazione del  diario inedito di una monaca morta in odore di santità,  Polvere del nulla di Suor Scolastica, corredata da uno studio introduttivo (2004, 2005 ). Con Senora blanca (2010) invece D. Scafoglio ha iniziato lo studio del culto della Santa Muerte a Città del Messico.

 

     8. La socioantropologia di Vincenzo Padula

     Interesse pressoché costante D. Scafoglio ha inoltre dedicato all' opera del demologo e scrittore Vincenzo Padula. Di questo autore esistevano migliaia di pagine manoscritte, confusamente accorpate e disordinatamente conservate: per la prima volta D. Scafoglio ha curato l' allestimento della Bozza del Catalogo Ragionato dei Manoscritti di V. Padula (1982), su cui si basa il piano editoriale, da lui stesso preparato, per la pubblicazione delle "Opere di Vincenzo Padula" presso l' editore Laterza.

     Di questo stesso autore D. Scafoglio ha inoltre pubblicato scritti inediti o sconosciuti (tra gli altri, le Cronache del brigantaggio, già ricordate). Della emarginazione storica di Padula e della sua opera complessiva D. Scafoglio si è occupato in un altro suo volume, corredato di una bibliografia di 546 schede ragionate (Vincenzo Padula. Storia di una censura, 1979).

     Lo studio dei manoscritti  inediti e di altre opere paduliane per la prima volta reperiti ha consentito a D. Scafoglio di approfondire la conoscenza delle riflessioni e ricerche di Padula sulla lingua e il dialetto nel rapporto con le sue indagini sulla cultura popolare (L' immaginazione filologica,1984). Altri scritti ha dedicato ad aspetti specifici delle opere di Padula e in particolare alle sue ricerche socioantropologiche, tra cui il saggio Padula interdetto (1974), il volume Padula demologo (1993) e, più recentemente, il saggio Padula ieri e oggi (2008), la Prefazione a Persone in Calabria (2006), e altri scritti (....; 2008; 2010). Per la casa editrice Laterza prepara, per l' anno 2012, la pubblicazione di due volumi di scritti demologici paduliani. 

 

     9. Antropologia e linguistica

     L' interesse di Domenico Scafoglio per i problemi linguistici comincia a manifestarsi col volume Le parole e il potere. L' ideologia del vocabolario italiano (1977), uno studio inconsueto, molto apprezzato dai linguisti, sulle deformazioni ideologiche che la lingua subisce nelle rappresentazioni apparentemente asettiche dei dizionari.

     Accanto ai lavori sopra ricordati si collocano, per affinità metodologiche e di problematiche, lo studio sui risvolti culturali e politici di una interessante querelle sul dialetto napoletano di fine Settecento, La Risposta al Dialetto napoletano dell' abate Galiani di Luigi Serio (1982, 1995),  nonché il saggio Linguistica e microstoria (1983), che indaga le connessioni tra le tensioni linguistiche e i conflitti culturali e sociali nella provincia italiana dopo l' unificazione nazionale. L' impegno maggiore di Domenico Scafoglio in questo settore di studi è costituito dal volume L' immaginazione filologica (1984), sopra ricordato, l' unico studio esistente sull' etnolinguistica paduliana, descritta e interpretata attraverso il reperimento e l' analisi di manoscrittti inediti e scritti rari. Tutti gli elementi teorici e metodologici della ricerca linguistica di D. Scafoglio si ritrovano nell' ultima parte dell' opera su Pulcinella, ripubblicata anche come volume a parte col titolo Pulcinella - Il potere della parola (2003).

 

    10.  Studi su turismo, erranze, migrazioni

      D. Scafoglio ha diretto un gruppo di ricerca  che ha lavorato per tre anni, dal 1998, all' indagine su L' impatto del turismo sulla società e la cultura napoletana, finanziata dalla Comunità Europea fino alla fine del 1999. I risultati personali della ricerca sono in parte pubblicati in alcuni saggi brevi e relazioni tenute a convegni e seminari (Neapolis, 2002; Mutamento culturale e sviluppo turistico a Napoli, 2003; L' impatto turistico sulla società e la cultura napoletana, 2004; Turismo e mediazione culturale, 2007, in collaborazione con Patrizia Del Barone, ecc.).

     Anche in funzione di questa attività  D. Scafoglio ha ottenuto l' istituzione, presso l' Università di Salerno, del "Laboratorio Antropologico per la Comunicazione Interculturale e il Turismo", di cui è stato responsabile scientifico, ed ha ideato e realizzato nell' a.a. 2006-2007 il master  Turismo sostenibile, gestione del patrimonio e beni etnografici.

     Nello stesso periodo ha tenuto conferenze e relazioni sui problemi del turismo in diversi convegni di studio, in Italia e all' estero, ed è stato invitato a tenere lezioni sugli stessi temi all' Università di Nizza, all' Università Autonoma Metropolitana all' Instituto Nacional de Antropologìa e Historia di Città del Messico e agli Istituti di Cultura italiani della stessa città e di Città del Guatemala. Ha diretto dal 2008 al 2010 la ricerca Prospettive di sviluppo turistico a Portici e nel suo territorio, voluta da una convenzione tra l' Università di Salerno e il Comune di Portici. 

     Alla storia del viaggio del periodo del Grand Tour sono dedicati  Viaggiatori stranieri in Calabria (1982) e Paesaggio e presenza popolare nei resoconti dei viaggiatori stranieri in Calabria (1984).

     Agli aspetti contemporanei delle erranze e migrazioni afferiscono le Note alla Storia di un emigrato di Salvatore Farina (1988), la Postfazione a Emigranti di Francesco Perri (2001), il saggio sulle peregrinazioni del poeta Giuseppe Arena (Un intellettuale tra impegno e disincanto 2001), e i saggi Sugli altrove immaginari (2002, 2010) e Le parole dei diversi (2010), dedicato alle asimmetrie della comunicazione interetnica.

 

11. Antropologia del fit-well-ness

     Nel 2005 Domenico Scafoglio iniziato l' approfondimento della cultura del fitness e del wellness. I primi risultati di questo nuovo percorso di ricerca sono stati presentati in relazioni a convegni e seminari, ed hanno reso possibile la preparazione del congresso L' odore delle bellezza nei giorni 7- 10 novembre 2006, di cui sono stati subito dopo pubblicati, col medesimo titolo, gli atti (2007). Con relazioni su temi del fit- well-ness D. Scafoglio ha partecipato ai convegni di Salerno (2007, Atti 2010), Ischia (2008), Milano (2008, 2010), Acri (2006), Caserta (2008) e ha tenuto lezioni a varie Università e all' Istituto di Cultura italiano di Città del Guatemala (2006). Sul tema delle manipolazioni corporee e dei mutamenti estetici nell' epoca della globalizzazione, con riferimento particolare alla manipolazioni corporee,  è ritornato in particolare in studi presentati agli ultimi congressi internazionali di Medicina Estatica, L' Elena di Zeusi ovvero la costruzione della bellezza (2008), e La bellezza e le malie dell' imperfezione (2011).

 

     12. La cultura napoletana

     Gli studi sulla cultura napoletana in una prospettiva antropologica sono rappresentati nella produzione di D. Scafoglio dall' analisi delle forme della conversazione e dalle strategie comunicative della città (Contesti culturali ecc., 1995). Approfondimenti dell' espressività napoletana in rapporto alla cultura e alla storia civile del Meridione si ritrovano anche nelle riflessioni sulla Risposta al Dialetto Napoletano dell' abbate Galiani (1995).

      Una finestra aperta sulla cultura napoletana costituiscono i saggi sul lotto (Numeri. Il gioco del lotto a Napoli, 2000, ecc.), in parte già pubblicati in Austria e tradotti in tedesco (2000), nonché le ricerche sulla rivoluzione partenopea (Lazzari e giacobini, 1999; Michele 'o Pazzo, 2000, ecc.), sul Carnevale e sul teatro comico napoletano dei secoli XVII-XX (Pulcinella, 1992; Il Carnevale napoletano, 1997; Il gioco della Cuccagna, 1981, 1994, 2001). Saggi brevi sull' identità napoletana e sulle permanenze e trasformazioni della cultura cittadina anche per l' impatto turistico sono illustrati in altri saggi brevi più recenti (2001, 2003, 2004), tra cui Nel ventre della città (2010).

     All' interno di questi interessi per la cultura napoletana è maturata l' idea di promuovere la traduzione di un brillante saggio antropologico su Napoli, The Broken Fountain di Thomas Belmonte, cui D. Scafoglio ha premesso una introduzione critica (La fontana rotta, 1997).  

  

     l3. Teoria e storia dell'  antropologia. Propedeutica

     Ai quadri teorici, alla storia, ai metodi e alle tecniche delle discipline demoetnoantropologiche,anche in rapporto agli altri settori disciplinari, D. Scafoglio ha dedicato, tra l' altro, oltre gli studi su Padula, sopra ricordati, una ricerca sulla demologia erotica europea tra Ottocento e Novecento (Introduzione a Racconti erotici italiani, 1996) e altri saggi su Giambattista Basile (2002), Luigi Serio (1982, 1995), Thomas Belmonte (1997, 2002), l' Introduzione alla ricerca etnoantropologica (2001, 2005), corredata dal volumetto Antropologia culturale - Autori,  e altri saggi, quali Il letterario come altro (2006), L' antropologo come straniero (2003), Fare frasi (2001). A questi scritti bisogna aggiungere, tra gli altri, Antropologia e poetica (2006), primo nucleo di un volume conclusivo sull' antropologia letteraria, di prossima pubblicazione. In altri saggi sono stati approfonditi i rapporti tra antropologia e psicoanalisi (2001, 2002, 2006).  

 

     14. Antropologia della sessualità e letteratura erotica

     D. Scafoglio ha studiato le forme del desiderio e i codici di comportamento sessuale in rapporto all' immaginario erotico collettivo, certificati dalla letteratura di tradizione orale (Norma e trasgressione nella letteratura popolare, 1980; Canti di donne in una comunità di pastori, 1982; Il folklore erotico. Note per una ricognizione della letteratura popolare di ispirazione sessuale, 1982; Introduzione al Decamerone popolare curato da Giuseppe Sabino, 1990; L' eros popolare cantato da Otello Profazio, 2007).   Di prossima pubblicazione è uno studio su L' indovinello erotico in Europa, di cui sono state anticipate alcune conclusioni nel convegno di Rocca Grimalda del 1998, pubblicate negli atti del convegno medesimo (1999). Alcuni di questi studi, che hanno scarsi precedenti nella letteratura demoantropologica, sono supportati da una consistente silloge di testi erotici di difficile reperimento (Poesia erotica popolare in Calabria, 1980 e  Racconti erotici italiani , 1996).

     L' interesse per le forme creative del linguaggio erotico porta alla scoperta di una produzione in dialetto inedita, di ispirazione sessuale, opera di un autore dell' Ottocento calabrese, Vincenzo Ammirà, che ebbe forte il gusto del popolare (La Ceceide, 1975; Ngagghia e la Rivigliade, 1979).

     Di altra natura risultano altri saggi, che indagano le forme dell' immaginario erotico nella letteratura colta (La bambola nella narrativa europea degli ultimi due secoli, 1987) o, con più ampie pretese, lo contestualizzano all' interno di riti e cerimoniali poi diventati giochi attraverso una vicenda di trasformazioni certificata dalla letteratura, dall' arte e dalla storia del costume (L' altalena. Il gioco e il suo fantasma (1994, 1996).

     Considerazioni teoriche nel ruolo dell'osceno nell'immaginario, nella vita e nel linguaggio, maturate attraverso questo lavoro di scoperta e di analisi, durato molti anni, si trovano condensate nel saggio Le forme lacerate. Fenomenologie e semantica dell' osceno (2005), mentre alcuni saggi più recenti indagano le modificazioni del gusto estetico e del senso della bellezza nell' epoca della globalizzazione, in rapporto alle pratiche e alle teoriche della medicina estetica (L' Elena di Zeusi ovvero la costruzione della bellezza, 2008; La bellezza e le malie dell' imperfezione (2010).

 

 

     Agli studi di Domenico Scafoglio sono stati assegnati il Premio Cocchiara (Mistretta 1985); il Premio Gioi (Gioi Cilento 1995); il Premio Cassano (Cassano all' Ionio 2000); il Premio Masaniello (Napoli 2009). 

 

 

B.  ORGANIZZAZIONE DELLA CULTURA

 

     1. Fondazione dell' Associazione "La Rete"

     Domenico Scafoglio è presidente di "La Rete - Associazione per l' Integrazione dei Saperi Antropologici, Letterari, Filosofici, Psicologici", che ha fondato insieme ad altri nel 2002, con docenti di trentadue Università italiane e straniere. 

     L' Associazione ha sede a Napoli, in piazza Gerolomini, 103 (80138), tel. 081-45.62.57, sito web ............, e-mail scaf@unisa.it e domscafoglio#alice.it.

     Nella biblioteca della sede sono allestiti l' Archivio Pulcinella e l' Archivio Vincenzo Padula, che conservano consistenti materiali bibliografici e iconografici, originali o in copia, in parte informatizzati.

     "La Rete" ha organizzato, a partire dalla sua fondazione, seminari, convegni internazionali e mostre, più avanti descritti, in collaborazione con l' Università di Salerno ed altre Università, con enti locali e associazioni.

     "La Rete" ha il suo sito, sopra indicato, in cui è possibile prendere visione delle sue attività.

 

     2. Fondazione del Laboratorio antropologico

     Nel 2001 Domenico Scafoglio ha fondato presso il Dipartimento di Scienze dell' educazione (ora Dipartimento di scienze umane, filosofia e scienze della formazione) dell' Università di Salerno, il "Laboratorio Antropologico per la Comunicazione Interculturale e il Turismo", di cui è stato il responsabile scientifico fino al 2010.

     Le attività svolte dai collaboratori si possono seguire nelle altre pagine di questo sito.

 

 

     3. Fondazione della sezione AISEA "Antropologia e Letteratura"

     Domenico Scafoglio ha fondato la sezione "Antropologia e Letteratura" in seno all' Associazione Italiana per le Scienze Etno-antropologiche, che ha diretto fino al 2007, dando vita a una intensa attività di promozione seminariale e convegnistica. 

 

     4. Organizzazione di convegni

     D. Scafoglio ha organizzato, in collaborazione con la cattedra di Lingua e letteratura inglese del Magistero di Salerno, il convegno internazionale su La piazza nella storia: liturgie, eventi, rappresentazioni (1994).  Nel quadro delle attività della sezione "Antropologia e Letteratura" dell' AISEA, D. Scafoglio ha poi organizzato il convegno internazionale su Le letterature popolari. Orizzonti di ricerca e nuove prospettive teorico-metodologiche; ha successivamente dato vita al convegno Antropologia e romanzo, in preparazione del quale si sono tenuti seminari presso l' Università "La Sapienza" di Roma. Un nuovo convegno, dedicato a Gli altrove immaginari, ha avuto luogo nel settembre 2000.

     La nascita de "La Rete" ha dato nuovo impulso all' attività organizzativa del Laboratorio Antropologico, in collaborazione col quale D. Scafoglio ha organizzato i successivi convegni, a cominciare da Antropologia e poesia (2002), che è stato preceduto da seminari di preparazione, che si sono tenuti in Calabria. Nel  2004 ha organizzato un nuovo convegno internazionale su La vita in gioco. Antropologia, filosofia, letteratura dell' azzardo. Sul finire del 2006 è stato realizzato il Convegno multidisciplinare L' odore della bellezza - Antropologia del fitness e del wellness"; in funzione di questo convegno si è tenuto il 28-29 aprile 2006 presso l' Università della Calabria e presso le Terme Caronte di Lamezia Terme il seminario Malie del corpo.  

     Nel 2009 ha avuto luogo il convegno internazionale L' eroe comico  nell' area euromediterranea, dedicato alle figure comiche in vario modo "pulcinellesche" e alla trasformazione del trickster tradizionale nella realtà contemporanea, che conosce comici prestati alla politica e politici che mimano comportamenti tricksterici.

     Nell' ottobre 1910 ha avuto luogo, in collaborazione con l' Università di Palermo e con L' Università Autonoma Metropolitana di Città del Messico, il convegno italo-americano Turismo e migrazioni.

   Nell' A A 2011-2012 avrà luogo, in tre tempi diversi il convegno La disunità d' Italia e delle altre nazioni. Spinte disgregatrici e creazione di nuovi miti identitari.

     Gli Atti di tutti i convegni sono stati pubblicati in volumi, in parte ancora in commercio e comunque conservati presso "La Rete" e nel "Laboratorio Antropologico".

 

     4. Fondazione del Premio Nazionale G.A. Arena

     D. Scafoglio organizza con l' Associazione Amici di Giuseppe Arena, nella città di Acri, sotto l' alto Patrocinio del Presidente della Repubblica, il Premio Arena di saggistica, narrativa e poesia, nel 2010 giunto alla VII edizione. Al Premio è sempre associata una giornata di studio in forma di convegno sui temi della condizione umana nella contemporaneità. Sono stati conferiti premi, tra gli altri, a Antonietta Maciocchi, Giulio Angioni, ................

 

     4. Editoria scientifica

     D. Scafoglio ha fondato o diretto o condiretto le collane editoriali  "Il Minotauro" (Avagliano), "Ragioni di confine" (Jaca Book-Qualecultura), "Altracultura" (D' Anna), “Humanitas” (Loffredo),  “Esplorazioni” (Kurumuny).      

     Ha fatto parte del Direttivo nazionale dell' Associazione Italiana per le Scienze Etno-antropologiche e della redazione della rivista "Etnoantropologia", da essa pubblicata. Nel 1995 è stato chiamato a far parte del Comitato direttivo dell' Istituto di studi "Corrado Alvaro" di Roma insieme a Walter Pedullà, Geno Pampaloni, Giovanni Macchia, Dante Della Terza, Roberto Esposito e altri. Insieme a  Carlo Muscetta, Paolo Alatri ed altri, è stato ed è ancora membro del comitato scientifico per l' edizione di tutte le opere di Padula presso l' editore Laterza.  E’ membro del Comitato scientifico dell’ Istituto di Ricerca e di Studi di Demologia e Dialettologia di Cassano all’ Ionio.   

     Fa parte del comitato scientifico delle riviste "Archivio Antropologico Mediterraneo", Palermo, Sellerio; ”Incontri Meridionali", Soveria Mannelli, Rubettino. 

 

 

C.  ATTIVITA' DIDATTICA

     

     1. Esercitazioni e seminari all' Università di Cassino

     Agli inizi del suo percorso accademico Domenico Scafoglio ha svolto negli anni 1975-1980 attività didattica presso il Magistero di Cassino, tenendo seminari, esercitazioni e lezioni sui temi:

  - Letteratura dialettale e cultura popolare

  - Grammatica culturale dell' epos brigantesco popolare

  - Le letterature etniche.

 

     2. Corsi all' Università della Calabria

     Dal 1981 ha insegnato come professore a contratto all' Università della Calabria, tenendo presso la cattedra di Storia delle tradizioni popolari i seguenti corsi:

  - Norma e trasgressione nella letteratura popolare (a.a. 1981- 82;

  - Gli scritti demologici inediti di Vincenzo Padula (a.a. 1982- 83);

  - Letteratura e demologia: quadro teorico e metodi di analisi (a.a. 1983-84).

     3. Corsi all' Università di Salerno

     L' 8/5/1989 ha preso servizio presso la facoltà di Magistero (poi facoltà di Scienze della formazione) dell' Università di Salerno come titolare della cattedra di Storia delle tradizioni popolari, avendo vinto il concorso di professore associato; dal 1 marzo del 2000 ha insegnato presso la stessa Università come professore ordinario, essendo risultato vincitore nel concorso di I fascia. A Salerno ha tenuto i seguenti corsi per l' insegnamento di Storia delle Tradizioni popolari, mutuato anche dalla facoltà di Lettere dalla facoltà di Lingue straniere fino all' anno 2001:

  - a.a. 1989-90: L' etnolinguistica paduliana (parte speciale); Linee di storia della cultura popolare in Europa (parte generale);   - a.a. 1990-91: Le maschere nel teatro popolare (parte speciale); Le feste popolari in Francia nei secoli XVI-XX (parte generale);

  - a.a. 1992-93: Il linguaggio verbale e gestuale di Pulcinella (parte speciale); Tradizioni teatrali popolari e semipopolari a Napoli e Roma (parte generale);

  - a.a. 1993-94: Rito, gioco e spettacolo nei culti arborei (parte speciale); La letteratura popolare: i generi, le forme, l' esecuzione (parte generale);

  - a.a. 1994-95: L' epica popolare di ispirazione brigantesca (parte speciale); La cultura popolare in Europa nell' età moderna (parte generale; prima parte);

  - a.a. 1995-96: Antropologia e letteratura (parte speciale); La cultura popolare in Europa nell' età moderna (parte generale; seconda parte);   

  -  a.a. 1996-97: 1. L' eroe comico nel teatro popolare e semipopolare;  2. Oralità e scrittura nell' epica popolare (parti speciali);  La cultura popolare in Europa nell' età moderna (parte generale; prima parte);

  - a.a. 1997-98:  1. La possessione diabolica;  2. La costruzione del testo etnografico (parti speciali);  La cultura popolare in Europa nell' età moderna (parte generale; seconda parte);

  - a.a. 1998-99: 1. L' altro Novantanove: rivoluzione culturale e cultura popolare a Napoli nel 1799;  2. Fascinazione e possessione (parti speciali);  La cultura popolare in Europa nell' età moderna (parte generale; prima parte);

  - a.a. 1999-2000: 1. Antropologia del turismo: il caso napoletano; 2. La ricerca etnografica: quadri terorici, metodi e tecniche di ricerca;

  - a.a. 200-2001:  Antropologia del gioco (parte speciale); La ricerca etnografica: quadri teorici, metodi e tecniche di indagine (parte generale);

  - a.a. 2001-2002: Antropologia, letteratura, teatro: Totò e Pulcinella (parte speciale); Elementi fondamentali di storia delle tradizioni popolari (parte generale);

  - a.a. 2002-2003: Storie di possessione (parte speciale); Teorie, metodi e tecniche della ricerca etno-antropologica (parte generale).

 

     Dal 1993, mentre conservava ancora per supplenza l' insegnamento di Storia delle tradizioni popolari, ha assunto la titolarità della cattedra di Antropologia culturale, tenendo i seguenti corsi:

  - a.a. 1993-94: La festa e il gioco in una prospettiva antropologica (parte speciale); L' antropologia culturale dalla fine dell' Ottocento alla seconda guerra mondiale (parte generale);  

  - a.a. 1994-95: 1. Cultura ed educazione in una prospettiva antropologica; 2. Contesti culturali e scambio verbale nella Napoli contemporanea (parti speciali); L' antropologia culturale dalla seconda guerra mondiale ai nostri giorni (parte generale);   - a.a. 1995-96: 1. Antropologia del gioco;  2. Antropologia e storia (parti speciali); L' antropologia culturale dalla fine dell' Ottocento alla seconda guerra mondiale (parte generale); 

  - a.a. 1996-97:  1. Antropologia ed educazione interculturale;  2. Antropologia e letteratura (parti speciali);  L' antropologia culturale dal secondo dopoguerra ai nostri giorni (parte generale);

  - a.a. 1997-98: 1. Modelli culturali e classi sociali a Napoli;  2. La traduzione interculturale (parti speciali); 1. L' antropologia culturale dalla fine dell' Ottocento alla prima guerra mondiale (parte generale);

   - a.a. 1998-99: Fascinazione e possessione (parte speciale); L' antropologia culturale dalla prima guerra mondiale ai nostri giorni (parte generale);

  - a.a. 1998-99: 1. Elementi di antropologia religiosa; Possessione ed esorcismo;  2. Gli approcci antropologici allo studio della cultura;

  - a.a. 1999-2000: L' impatto turistico: il caso napoletano (parte speciale); L' antropologia culturale dalle origini alla prima guerra mondiale (parte generale);

  - a.a. 2000-2001: Disagio e invidia nella società meridionale (parte speciale); Tendenze dell' antropologia contemporanea: quadri teorici e pratiche di ricerca (parte generale);

  - a.a. 2001-2002: Metropolis: antropologia dell' impatto turistico sulla cultura napoletana (parte speciale); Teorie, territori e modelli di analisi dell' antropologia contemporanea (parte generale);

  - a.a. 2002-2003: La possessione diabolica (parte speciale); Principi fondamentali di Antropologia culturale e modelli di analisi (parte generale).

     Tutti gli anni sono state inoltre assicurate agli studenti esercitazioni e lezioni propedeutiche sui metodi e le tecniche della ricerca demo-antropologica e storico-antropologica.

     Nell' a.a. 2009-2010 ha ripreso anche l' insegnamento di Storia delle tradizioni popolari tenendo il corso:

  - Modelli culturali della città di Napoli (parte monografica); Introduzione alla ricerca demoetnoantropologica (parte propedeutica).

 

    Presso entrambe le cattedre sono stati tenuti seminari e cicli di seminari con la presenza di esperti su tematiche specifiche, tra cui:

  - Il teatro dei burattini (con Brunello Leone, burattinaio (a.a. 1992-93);

  - Il teatro dei pupi nel napoletano (con pupari campani, a.a. 1994-95); 

  - Testualità e ermeneutica (col prof. Rocco Brienza dell' Università di Cassino, a.a. 2000-2001);

  - "Vaghezze di un dio minore": del gioco (col prof. Rocco Brienza dell' Università di Cassino, a.a. 2001-2002).   - Ritratti di famiglia: sull' antropologia visuale (col prof. Patrik Accolla dell' Università di Nizza, a.a. 2001);

  - Laboratorio di antropologia visuale (con la prof. Silvia Paggi dell' Università di Nizza, a.a. 2002);

  - Il Candomblé brasiliano (con Jocelio Teles dos Santos dell' Università Federale di Bahia, a.a. 2002);

  - Corpi in disordine: possessione e identità di genere (con la prof. Franca Romano dell' Università La Sapienza di Roma, a.a. 2003);

  - Il corpo culturale (con la prof. Mariella Combi dell' Università La Sapienza di Roma, a.a. 2003);

  - "La casa della palma": antropologia e letteratura (col prof. Giulio Angioni dell' Università di Cagliari, a.a. 2003).

  - Incontro con l' esorcista (con don Michele Bianco, a.a. 2003).  

  - Alice, …………

Segre, ...............n

 

     4. Corsi all' Università di Nizza

     Negli anni accademici 2000-2001, 2001-2002, 2003-2004, 2004- 2005, 2005-2006, 2000-2007 ha tenuto lezioni ai corsi di Master europeo x................ presso l' Università di Nizza sui temi:

  - Turismo e beni etnografici (10 ore);

  - L' eroe comico popolare nelle culture mediterranee (10 ore);  - La possessione in Europa (10 ore);

  - Il decollo del turismo a Napoli (10 ore); 

  - Turismo e cultura del fit-well-ness (10 ore);

  - Iconografia e fotografia delle brigantesse (10 ore).

 

     5. Corsi all' Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa

     Negli anni 1997-2000 ha tenuto corsi di antropologia letteraria presso l' Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa di Napoli; negli anni successivi presso lo stesso Istituto ha tenuto seminari su tematiche analoghe.

 

     6. Corsi on line ICON all' Università di Pisa

     Domenico Scafoglio collabora ai corsi telematici ICON per la laurea in Lingua e cultura italiana per stranieri, organizzato dall' Università di Pisa; per gli anni accademici 2002-2003 e 2003-2004 ha preparato cinque moduli dell' area disciplinare demoetnoantropologica sui seguenti temi:

  - La ricerca antropologica: 1. Elementi teorico-metodologici;

  - La ricerca antropologica: 2. Metodi e tecniche;

  - La demoantropologia italiana;

  - Aspetti della cultura italiana: 1. La possessione diabolica; il gioco del lotto;

  - Aspetti della cultura italiana: 2. Le feste arboree; la cultura metropolitana.

     Per l' anno accademico 2009-2010 ha preparato per la stessa Università i seguenti moduli tematici: 

  - Introduzione alla ricerca etnoantropologica;

  - Tradizioni religiose italiane;

  - Maschere e rituali nelle tradizioni italiane.

 

     7. Direzione di Corsi di Perfezionamento

     Domenico Scafoglio ha diretto il corso di perfezionamento per laureati sui Problemi e metodi della ricerca demo- antropologica, che si è tenuto a Crotone nel periodo ottobre 1989 - aprile 1990, tenendo anche seminari e lezioni, e quello, dedicato alla Cultura del mare, che ha avuto luogo nell' anno successivo nella stessa città.

     Dal 1996 ha diretto il corso di perfezionamento annuale post-laurea su Antropologia e psicanalisi del testo e della scena (che ha avuto per tema "Culture del corpo" nel 1997, "Le erranze" nel 1998 e "Stranieri. Modalità dell' incontro e comprensione interculturale" nel 1999), istituito presso la facoltà di Lettere e filosofia dell' Università di Salerno ed afferente al Dipartimento di studi linguistici e letterari. Hanno tenuto lezioni nei due anni del Corso, tra gli altri, Jack Goody dell’ Università di Cambridge, Simona Argentieri …………………………….

     Nel 2000 ha ideato e diretto il nuovo corso di perfezionamento annuale post-laurea, presso il Dipartimento di Scienze dell’ educazione, dedicato a L' impatto turistico e la mediazione culturale.

    

     8. Direzione di Master

     Nell’ a.a. 2006-2007 D. Scafoglio ha ideato e diretto il Master di II livello di durata annuale “Turismo sostenibile, gestione del patrimonio e beni etnografici” …………

  

 

 

      9. Conferenze in Università italiane

     Domenico Scafoglio ha anche tenuto conferenze e lezioni presso altre Università e Istituti universitari italiani, quali l' Università "La Bicocca" di Milano, l' Università "Federico II" di Napoli, l' Università "La Sapienza" di Roma, le Università di Bergamo, Verona, Foggia, Campobasso, Chieti-Pescara, l' Università della Calabria, l' Ecole Francaise di Roma.      

     Negli anni 2003, 2005, 2006, 2007, 2008 ha tenuto lezioni alla Scuola Internazionale di Psicoterapia nel Setting Istituzionale dell' International Institute for Psychoanalytic Research and Training of Health Professionals, presso l' Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

 

     10. Conferenze in Università straniere

     Nell' ottobre 2006 ha tenuto lezioni nell' Università della Città del Guatemala e nella Università Autonoma Metropolitana di Città del Messico,  nonché presso l' Istituto Italiano di Cultura in entrambe le città, sull' antropologia religiosa e sulla cultura del fit-wellness.

     Nell' ottobre 2008 ha tenuto conferenze presso il Dottorato di Antropologia dell' Università Autonoma Metropolitana di Città del Messico sull' antropologia del turismo e del patrimonio.

     Nell' ottobre 2010  ha tenuto conferenze su Antropologìa y literatura: cuadro teòrico y problemas de método, e Turismo y desarrollo  al Postgrado dell’ Università Autonoma Metropolitana di Città del Messico; su Turismo, mediaciòn culrual y polìticas del patrimonio all’ Instituto Nacional de Antropologìa e Historia, México.

 

 

 

 

 

 

 

D.  TESI DI LAUREA

 

 

     La cattedra di Antropologia culturale e di Storia delle tradizioni popolari ha seguito numerose tesi di laurea, sia degli studenti della Facoltà di Scienze della Formazione che - negli anni passati - della facoltà di Lettere e Filosofia e, in numero minore, della facoltà di Lingue dell' Università di Salerno, quali:

 

(EUROPA)

     1. Il teatro di Punch in Inghilterra; 2. Il teatro di Punch e la Punch and Judy Story; 3. Il teatro di Punch and Judy nei secoli XIX-XX. Studio e testi  4. Polichinelle e il Théatre des Marionnettes di Duranty; 5. Pulcinella in Francia intorno alla metà dell' Ottocento; 6. Polichinelle in Francia nel primo Ottocento.

     7. Le "Letters on Demonology and Witchcraft" di Sir Walter Scott; 8. Aleister Growley scrittore e mago.

     9. Letteratura erotica di tradizione orale in alcune raccolte spagnole; 10. L' indovinello erotico in Germania; 11. I Contes Picards della raccolta di "Kryptàdia"; 12. Orientamenti recenti nello studio delle letterature popolari in Francia; 13. Le "Letters on Demonology" di Walter Scott; 14. Il folklore erotico del Galles; 15. Fare il Carnevale a Dunkerque.

 

(VIAGGIATORI STRANIERI)

     16. Viaggiatori inglesi a Napoli (1828-1897); 17. Viaggiatori inglesi a Napoli (1701-1845); 18. Viaggiatori tedeschi a Napoli tra la fine del Settecento e gli inizi dell' Ottocento; 19. La Napoli di Thomas Belmonte.

 

 

 

(TEORIA E STORIA DEGLI STUDI)

     20. L' interpretazione della fiaba tra morfologia e strutturalismo; 21. Antropologia e linguistica in Malinowski; 22. Il pellegrinaggio negli studi demo-antropologici in lingua italiana; 23. Prospettive della museografia contemporanea e possibili sviluppi della museografia etnografica nel Cilento; 24. Nuovi orientamenti di museologia demologica: Progetto per un museo etnografico; 25. I terrazzani della Capitanata nella storia degli studi

 

(STORIA DELLA CULTURA POPOLARE)

     26. La Chiesa e lo charivari alla fine del Settecento: Il "Dei Baccani" di Bartolomeo Napoli; 27. Il Regimen Sanitatis, le erbe e il sangue dalla Scuola Medica Salernitana alla medicina popolare; 28. Pratiche e simbolismi del tatuaggio.

     29. I Cartelli delle Quadriglie del Carnevale napoletano (secolo XVIII); 30. I Cartelli delle Cuccagne del Carnevale napoletano - Storia e testi. 31. La poesia politica popolare a Napoli dalla fine del Settecento alla fine dell' Ottocento; 32. Le scritte murali; 33. Giochi d' azzardo e tragedie del gioco in Campania (secc. XVI- XIX); 34. Il Liocorno. Persistenze, tradizioni, iconografia; 35. Il "Colascione scordato e la vita moranese del secolo XVIII.  

 

(ITALIA MERIDIONALE)

     36. I sogni delle donne in alcuni paesi della Calabria; 37. Il centro storico di Crotone: la casa e gli oggetti; 38.  Le raccoglitrici d' ulive in Calabria; 39. Gli indovinelli popolari di un' area del Pollino;  40.  Riti nuziali albanesi in Calabria;  41. La sfilata dei Turchi a Potenza; 42. La festa di S. Giovanni in Basilicata; 43. Altalene e ninna nanne in Calabria; 44. La festa di San Giovanni in Basilicata; 45. La festa della Madonna di Viggiano

     46. La festa dell' albero a Rotonda; 00. Culti arborei in Calabria e in Basilicata;  47. La "'Ntinna" di S. Antonio a Laino e altre feste arboree del Parco nazionale del Pollino; 48. Feste arboree in Campania; 49.  Feste arboree della Campania e Lucania;

     50. Il Carnevale a Palma Campania; 51. Il Carnevale di Celzi e Petruro.

     51. Etnografia dell' invidia a San Costantino Albanese e a San Paolo Albanese; 52. La iettatura in area campana; 53. Il "malocchio" in Campania, oggi; 54. La cultura dell' invidia in un paese della Calabria; 00. Invidia e socialità in un paese calabrese; 55. La cultura dell' invidia e il "malocchio" nell' avellinese; 56. La cultura dell' invidia e il "malocchio" a Vallo della Lucania; 57. La cultura dell' invidia nella Lucania meridionale; La visione dei mortiin un paese della Calabria.

     58. Aspetti coreutici e musicali del tarantismo.

 

(NAPOLI/CAMPANIA: RACCOLTE E STORIA DEGLI STUDI)

     59. Informatizzazione del materiale bibliografico di interesse antropologico su Napoli (1917-2002); 60. La raccolta campana delll' Archivio Etnico Linguistico Musicale della Discoteca di Stato; 61. Narrativa di tradizione orale campana: la raccolta Vico Equense della Discoteca di Stato; 62. La "Lega del Bene": Repertorio informatizzato;  63. Salerno negli studi demo- etno-antropologici (1921-2004); 00. Napoli nella folkloristica del Novecento; 64. Gaetano Amalfi folklorista: dialettologia, narrativa orale, demologia giuridica; 65. Tradizione popolare e interferenze colte nella narrativa di Nicola Vottiero e Michele Somma;  66. Le raccolte di narrativa popolare napoletana dall' Ottocento ad oggi;  67. La narrativa popolare campana nel "Giambattista Basile"; 68. La cultura napoletana nella narrativa di Fabrizia Ramondino; 69. Giuseppe Marotta e la cultura napoletana.

 

(NAPOLI/CAMPANIA: RELIGIONE)

      70. Santi e culto del sangue a Napoli: S. Patrizia; 71. I Battenti di Guardia Sanframondi;  72. Il culto di S. Michele ad Olevano sul Tusciano; 73. Il culto di S, Michele Arcangelo in Irpinia; 74. Il carro di Mirabella Eclano; 75. La Madonna di Pierno; 76. Il miracolo di S. Gennaro in Napoli; 77. La festività dei santi Cosma e Damiano in Eboli; 78. La festa di Santa Filomena a Mugnano del Cardinale; 79. La festa della Madonna di Castelvenere; 80. La Madonna dell' Arco.

     81. Gli ex voto di Montevergine;  82. Ex voto marinari in due santuari campani.

     83. Pellegrinaggi a Montevergine; 84. Pellegrinaggi dell' area irpina: San Gerardo Maiella e Montevergine; 85. Il pellegrinaggio alla Madonna del Pollino.

     86. Gli esorcismi di Padre Leone Iorio; 87. Casi di possessione diabolica nel salernitano; 88. Crisi di possessione nei paesi vesuviani; 89. Invidia e possessione nell' agro nocerino-sarnese; 90. Crisi esistenziali e forme rituali di liberazione: il caso di Torre Nocelle.

 

 

 

 

     (NAPOLI/CAMPANIA: CULTURA TRADIZIONALE)

     91. Peppino De Filippo e le tradizioni comiche napoletane;  92. Il cinema di Totò e le tradizioni comiche napoletane; 93. I ceti sociali e la loro interpretazione nel teatro comico di Antonio Petito.

     94. La camorra e le sue forme comunicative tra Settecento e Ottocento.     

     95. La canzone napoletana d' autore nella festa di Piedigrotta; 96. L' etnomusicologia in Campania: percorsi di ricerca e disco-nastrografia; 97. Storia di un silenzio: la musica strumentale folklorica in Campania; 98. Il canto monodico tradizionale in Campania; 99. Gli strumenti della musica popolare in Campania.   

    100. La letteratura sui mestieri a Napoli; 41. La letteratura demologica sui mestieri a Napoli nell' Ottocento; 101. Le autobiografie di Giuseppe Celentano; storia di un artigiano; 102. Gli sbandieratori di Cava de' Tirreni.

     103. Il Monacello nelle credenze popolari di Battipaglia; 104. Il Monacello nelle tradizioni popolari di Angri; 105. Il Monacello nelle tradizioni popolari di Siano; 106. Il Monacello a Napoli.

     107. Il Vesuvio nelle tradizioni popolari; 108. La danza delle spade e la 'Ndrezzata di Ischia.

 

(NAPOLI/CAMPANIA: VITA CONTEMPORANEA)

     109. Il mercato dell' usato a Napoli;  110. La danza latino- americana in Campania; 111. La pasta di Gragnano nel folklore locale; 112. La cultura dei pub in Campania; 113. Il recupero delle piazze a Napoli negli anni Novanta.

     114. La campagna in città: aspetti antropologici dei fondi rustici napoletani; 115. Comportamenti stradali e modelli culturali a Napoli; 116. Il Pallonetto di Santa Lucia in Napoli: tradizioni e trasformazioni; 117. Culti acquatici e galattofori in Campania; 118. Il gioco d' azzardo nell' agro nocerino-sarnese contemporaneo.

 

 

 

(NUOVI CULTI)

    119. Antropologia di un gruppo mariano; 00. Armida Passaro guaritrice e veggente; 120. Il carisma di Giuseppina Norcia; 121. ll "Gruppo del Rosaro": antropologia e storia di una setta religiosa calabrese; 122. Giuseppina Gonnella; 123. Nuovi culti nell' area vesuviana.

 

(TURISMO IN NAPOLI/CAMPANIA)

    124. L' impatto turistico su Centola; 55. Il turismo a Napoli (1991-97); 125. Il turismo a Napoli: motivazioni e bilanci; 126. Modello di sviluppo turistico e programmazione degli enti locali: il caso salernitano; 127. trasformazioni festive e turismo in Campania:il caso della Festa dei Gigli a Nola; 128. Il turismo a Napoli: il punto di vista del viaggiatore; 129. Il turismo a Napoli: motivazioni e bilanci; 130. Riconversione di un' area da industriale a turistica: proposta di svipuppo turistico dei centri minori della provincia di Napoli

 

(MIGRAZIONI E INTERCULTURA)

     131. Le mutilazioni corporee in alcuni contesti d' immigrazione; 132. Trasmigranti dell' Est Europa: il caso vesuviano; 133. Contesti migratori e trasformazioni familiari nella comunità ucraina a Castellammare di Stabia; 134. Badanti ucraine a Nola; 135. Processi di integrazione in un contesto locale: gli immigrati a Cava de' Tirreni;  136.Nuove schiavitù nigeriane a Castel Volturno; 137. La comunità bengalese di Palma Campania;  138. Storie di immigrati marocchini a Scafati.

 

(BRIGANTAGGIO)

     139. Brigantesse nella stampa campana; 140. Cottrau e la "Bellissima Historia" di Angiolillo;  141. Narrativa brigantesca di tradizione orale, 2 voll.;  142. Brigantesse del Cilento;  143. Le donne della banda Tranchella;  144. Brigantesse di Terra di Lavoro e del beneventano.

 

 

 

(CULTURA DEL FIT-WELL-NESS)

     145. Esperienze di fitness e wellness nell' area nolana;  146. Le terme di Contursi;  147. Le Antiche Terme di San Teodoro in Villa Maina: note antropologiche;  148. Corpo, fitness, benessere: un' indagine a Palma Campania; 149. Pratiche di fitness in un centro lucano;  150. Immagine corporea e benessere nell' adolescente: il ruolo dello sport.

 

(ALTRO)

     151. Antropologia e teatro;  152. La comunità alloggio per minori Giuseppina De Vivo: note antropologiche.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E.  CONVEGNI

                     

 

     Domenico Scafoglio ha partecipato, tenendo relazioni e comunicazioni, a convegni e seminari scientifici, tra i quali:

(1981)

1. Il convegno di studi su Francesco Balilla Pratella, Lugo, 7 aprile 1981.

2. Il VI convegno nazionale di storiografia lucana su Cultura, meridionalismo e lotte contadine in Basilicata nel secondo dopoguerra, Irsina e Tricarico, 22-25 ottobre 1981.

3. Il convegno Per una idea di Calabria, Cosenza, 27-28 novembre 1981.

4. Il convegno Cultura tradizionale e poesia dialettale in Calabria, Cassano Jonio, 17 dcvenbre 1981.

5. Il convegno I nuovi termini della questione meridionale, Movimento Scuola Lavoro, Roma, 12 giugno 1981.

(1982)

6. Il VII Congresso Storico Calabrese  Per un atlante dei beni culturali della Calabria, Vibo Valentia, 11-14 marzo 1982.

7. Il convegno La narrativa meridionale dal dopoguerra ad oggi, Lecce,..... 1982.

8. Il IV congresso internazionale di studi antropologici su Donne e società nel Mediterraneo, Palermo, 25-27 novembre 1982.

(1983)

8. Il convegno sul Settecento calabrese, Cosenza, ...x 1983.

(1984)

9. Il convegno Funzioni e finalità dei centri di documentazione e di raccolta della cultura popolare, Istituto di Storia delle tradizioni Popolari dell' Università di Bari, Cassano Jonio, 19- 21 gennaio 1984.

10. Il convegno  La figura e l' opera di Mariano Meligrana, Università della Calabria, Tropea, 31 agosto - 2 settembre  1984.     

11. Il convegno G. Lorenzo Cardone e il Te Deum de' Calabresi, Centro di Studi di Storia delle tradizioni Popolari, Bella, 17 marzo 1864. 

(1985)

12. Il convegno della Società Freudiana di Psicoanalisi su Psicoanalisi, arte, persona, Milano,... 1985.

13. Il convegno Cultura folklorica in Calabria, Teatro Rendano, Cosenza, 2/6/1985.

(1986)

14. Il convegno Cultura romantica e territorio nella Calabra  dell' Ottocento, Cosenza, 9-12 aprile 1986.

15. Il convegno su La cultura della bambola, curato dal Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari, Roma, 3-5 aprile 1986.

16. Il I° convegno internazionale delle Tradizioni Popolari, Metaponto, 22-24 maggio 1986.

17. Il convegno Lo sguardo da vicino, Università della Calabria, Cosenza, 2-5 ottobre 1986.

18. Le "Giornate alvariane" su Corrado Alvaro tra letteratura e antropologia, Università della Calabria, 29-30 ottobre 1986.

19. Il convegno I dialetti d' Italia attraverso la voce dei poeti, Istituto di Ricerca e di Studi d Demologa e Dialettologia, Cassano Jonio, 1 febbraio 1986.

(1987)

20. Il V° convegno nazionale di sophianalisi su L' uomo e il suo futuro, Cosenza, 28 ottobre - 1 novembre 1987.           

(1988) 

21. Il colloque Combien d' histoires pour Polichinelle!, Saintes, 7-7 ottobre 1988.

22. Il convegno La macchina dei sogni, Palermo, 26-29 maggio 1988.

23. Il convegno Il diavolo: realtà o modello culturale?,  Università della Basilicata, Potenza, 21-23 aprile 1988.

24. Il convegno Gli archivi per la storia dell' alimentazione, Università della Basilicata, ... 1988.              

(1989)

25. Il convegno Vivere e parlare. Emarginazione e lingueggio nella condizione giovanile, a cura del Teatro Argentina, Roma, 14-15 marzo 1989.

26. Il convegno L' arte della tessitura in Campania, Napoli, 31 maggio 1989.

27. Il convegno La Calabria tra fede tradizionale e ragione illuministica, Crotone, 24-25 novembre 1989.

28. Il  convegno Pulcinella tra notte e giorno, Napoli, 2 giugno 1989.

(1990)

29. Il convegno Teatro e drammaturgia a Napoli nel Novecento Napoli, 1 ottobre 1990.

30. Il convegno per l' inaugurazione dell' Archivio Audiovisivo per la Documentazione Demologica e Linguistica dell' Alto Jonio, Trebisacce, 29 settembre, 1990.

(1992)

31. Il convegno La piazza nella storia. Eventi, liturgie, rappresentazioni, Università di salerno, Fisciano, 9-11 dicembre 1992.

32. Il convegno Il teatro di Mangiafuoco, Salerno, 31 maggio 1992.

(1993)

33. Relazone a "Le "Giornate paduliane", Acri 22 maggio 1993.

(1994)

34. Il convegno Riti nuziali e conviviali in Calabria, Crotone, 19-21 maggio 1994.

35. Il ... Congresso Nazionale dell' Associazione Italiana per le Scienze Etno-antropologiche, Roma, x... 1994). 

(1995)

36. L' incontro-dibattito su Fare Carnevale oggi, Castrovillari, x.....,,, 1995.

37. Il I° convegno internazionale su Percorsi femminili nel teatro colto e nel teatro folklorico, Reggio Calabria, 11-12 aprile 1995.

38. Il 2° Congresso Nazionale dell' Associazione Italiana per le Scienze Etno-antropologiche su Identità differenze conflitti, Roma, ..,……………… 1995.

39. Il Convegno delle Università di Perugia e di Salerno su Il delitto narrato al popolo, Salerno, 2-4 ottobre 1995).

40. Il Covegno della Scuola di antropologia e storia delle culture mediterranee su Temi e problemi di antropologia mediterranea, Ischia, 13-15 ottobre 1995.

41. Il Convegno del Centro di Documentazione Etnografica dell' Irpinia su Ernesto de Martino nei giorni e nella storia, Centro di Documentazione etnografica dell' Irpinia, Avellino, 2 giugno 1995.

42. Il Convegno dell' Università La Sapienza di Roma Gli studi di storia dell' antropologia in Italia, Roma, 12-14 ottobre 1955.

(1996)

43. Il convegno Antonio Jerocades nella cultura del Settecento, Parghelia, 8 settembre 1996).

44. Il convegno del XX Festival Internazionale della Zampogna, Scapoli, 26-28 luglio 1996.

(1997)

45. Il Convegno internazionale Le letterature popolari, Università di Salerno - AISEA, sezione Antropologia e letteratura,  Fisciano-Ravello, 21-23 novembre 1997.

46. Il convegno Il corallo mediterraneo. Arte e storia, Portofino, 27 settembre 1997.

(1998)

47. Il III convegno internazionale su Il corpo e la festa. Universi simbolici e pratiche della sessualità popolare, Rocca Grimalda, 24-25 ottobre 1998.

48. Il Convegno Pulcinella & co. Avatars d' un héros populaire à travers l' Europe, Institut Inteational de la Marionnette, Charleville-Mèzières, 31 gennaio - 1 febbraio 1998.

49. Il convegno Pulcinella e don Cristobal, Castellammare di Stabia, 14 novembre 1998.

50. Il convegno Il Maggio di San Giuliano, Accettura, 21-30 maggio 1998.

50. Il convegno Il gioco pubblico in Italia, Università di Salerno, 6-8 maggio 1998.

51. Il convegno La Ruzzola del formaggio, Pontelandolfo, 21 febbraio 1998.

(1999)

52. Il convegno L' ultima metropoli plebea. Pasolini, Napoli e il Sud, Napoli, Galassia Gutenberg, 21 febbraio 1999.

53. Il IV convegno internazionale Il senno di Bertoldo, Rocca Grimalda, 18-19 settembre 1999.

54. Il convegno Antropologia e romanzo, Fisciano-Ravello, 8 ottobre 1999.

55. Il convegno De 1798 à 1799 - dalla Bastille a Piazza Mercato, Napoli, 19 maggio 1999.

56. Il convegno La forza dei simboli, Palermo, 16-17 ottobre 1999.

57. Il convegno La libertà e i suoi nemici, San Severo, 9 dicembre 1999.

58. Il convegno Il campanaccio 1999, San Mauro Forte, 15-16 gennaio 1999.

(2000)

59. Il convegno Le lingue dello straniero. Esperienze e figure dell' estraneità. Lingue e identità. Ibridazioni e meticciamenti, Università di Salerno, Fisciano, 6-7 aprile 2000. 

60. Il V convegno internazionale Charivari. Mascherate dei vivi e dei morti, Rocca Grimalda, 7-8 ottobre 2000.

61. Il convegno nazionale Altrove immaginari. Modelli di società tra etnografie inventate e costruzioni utopiche,  Università di Salerno, Fisciano-Amalfi, 22-24 settembre 2000.

62. Il convegno Le vie dei pellegrinaggi in Calabria. Storia e antropologia, Serra San Bruno, 15-17 dicembre 2000, con relazione Pellegrinaggi ed esorcismi a Serra San Bruno, in collaborazione con S. De Luna.

(2001)

63. Il convegno La psicoanalisi tra scienze umane e neuroscienze, Nocera-Salerno 18-20 ottobre 2001 (con chiusura dei lavori).

64. Il seminario Interuniversitario multidisciplinare  Hieros. Sulla rivelazione, Napoli, Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa, 25 gennaio 2001.

65. Il convegno Civitas et civilitas. Rapporto tra filosofia e archeologia, Centro per la Filosofia Italiana, Buccino, 8-10 marzo 2001.

66. Il seminario I confini del paese, Avellino, 2 febbraio 2001.

67. Il convegno Le città del III millennio, Acri, 7-8 dicembre 2001.

68. Il convegno Antonio Jerocades, Parghelia, 5 ottobre 2001.

69. Il convegno La lotta per la terra da Melissa alla Palestina, Crotone, 21 dicembre 2001.

70. Il convegno Storia, cultura e tradizioni del Vallo Lauro Baianese, Baiano, 22 settembre 2001.

71. Il convegno Per il ventennale dell' Istituto di Ricerca, Cassano Jonio, 28 ottobre 2001.

72. Il seminario Tracce di viaggio, AISEA,Sezione Antropologia e Letteratura - Università della Calabria, Arcavacata - Cassano Jonio, 9-11 novembre 2001.     

(2002)

73. Il VII convegno internazionale Le voci del Medioevo, Rocca Grimalda, 21-22 settembre 2002.

74. Il convegno Il Carnevale, Villa Literno 19-21 aprile 2002.

75. Il convegno Antropologia e poesia, Università di Salerno, Fisciano-Ravello, 2-4 maggio 2002; il seminario Memoria del futuro - La possessione diabolica, Foggia, 8 ottobre 2002.

76. Il convegno Venti anni di storia- I valori della civiltà contadina tra passato presente futuro, Montefalcone, 27 giugno 2002.

77. Il convegno Il Cunto de li cunti, Napoli, 22 dicembre 2002.

(2003)

78. Il seminario Padula tra ricerca e utopia, Roccella Ionica, 10 maggio 2003.

79. Il convegno I volti di Maria, Eventi Feltrinelli, Napoli, 27 marzo 2003.     

(2004)

80. Il convegno Carlo Gesualdo. Oltre il mito, Avellino, 20 gennaio 2004.

81. Il convegno La Commedia dell' Arte e il teatro di strada, Roccella Jonica, 21 febbraio 2004.

82. Il convegno Esibire il nascosto. Testi e immagini dell' osceno, Università di Genova, 19-20 maggio 2004.

83. Il convegno Il volto della tradizione. Riti e tammurriate della festa di Bagni, Salerno, 31 maggio 2004.

84. Il seminario Strategie del corpo, Living Gallery, Roma, 18 marzo 2004.

85. Il seminario La vie dell' anima (Napoli, 16 aprile 2004).

86. Il convegno La Commedia dell' Arte e il Teatro di strada, Roccella Jonica, 21 febbraio 2004.

87. Il convegno Padula, la Calabria, l' Italia: nuovi orizzonti della ricerca paduliana (Roccella Jonica, 13-14 marzo 2004).

88. Il IX Congresso Nazionale dell' Associazione Italiana per le Scienze Etno Antropologiche Antropologia e territorio. Musei e politiche comunicative, Roma, 1-3 luglio 2004.

89. Il convegno Oralità e scrittura: autobiografie: problemi di metodo e di analisi (Rocca Grimalda, 9-10 ottobre 2004).

90. Il convegno Gli Arbereshe nella nuova Europa multiculturale (Università di Salerno, 11 febbraio 2004.

91. Il convegno La vita in gioco. Antropologia, letteratura, filosofia dell' azzardo, Università di Salerno-AISEA, Sezione Antropologia e letteratura, Fisciano-Amalfi 1-3 ottobre 2004.

(2005)

92. Il convegno Parole urbane. L' identità delle città italiane nel Novecento (Università di Bergamo, 21-22 aprile 2005).

93. Il convegno Vite dei Santi. Percorsi narrativi, iconografici, devozionali (Abbazia di Rivalta, 18 giugno 2005).

94. La tavola rotonda Carlo Gesualdo. Il Principe, l' amante, la strega, Napoli, Istituto Italiano  per gli Studi Filosofici, 18 marzo 2005.

95. L' incontro La parola, il suono, l' immagine, con Otello Profazio Reggio Calabria, 19 agosto 2005.

96. Il convegno L' insula come luogo dell' anima Napoli, 20-21 maggio 2005.

97. Il seminario internazionale Dialogo interculturale e diritti umani, Univ. di Cassino, 20-21 ottobre 2005.

98. Il convegno Vertigini del corpo e conoscenza, Università di Salerno, 20-22 ottobre 2005.

(2006)

99. Il convegno La letteratura dell' emigrazione, Pro Civitate Christiana, Assisi, 23-26 marzo 2006.

100. L' incontro Cantine in grotta, Potenza, 9 dicembre 2006.

101. Il seminario Malie del corpo, Università della Calabria - Lamezia 28-29 aprile 2006. 

103. L' XI convegno internazionale Le culture dei briganti, Rocca Grimalda, 23-24 settembre 2006.

104. Il convegno Sognare la vita, sognare l' amore, Acri, 21 ottobre 2006.

105. Il convegno Carnevale ieri e oggi, Avellino, 15 settembre 2006.

106. Il convegno Tracce di donne, Pagani, 12 maggio 2006.

107. Il convegno L' odore della bellezza. Antropologia del fitness e del wellness, Università di Salerno Fisciano-Minori, 7- 10 dicembre 2006.

108. Il convegno per la IX edizione del Premio Cassano dell' Istituto di Ricerca e di Studi dei Demologia  e Dialettologia, 3 giugno 2006.

109. Presentazione di Il mosaico del tempo grande di ...Abate, Savelli, 16 agosto 2006.

 

(2007)

110. Il convegno Babele e dintorni. Fra catastrofismi e nuovi percorsi di senso della IV International Summer School on Religions in Europe, San Gimignano, 25-29 agosto2007.

111. La tavola rotonda 1968. Una ricerca in Salento, Università di Salerno, 27 aprile 2007.

112. Il convegno Brigantesse dell' Italia postunitaria, Napoli, 12 dicembre 2007.

113. Il convegno internazionale di studi arturiani Re Artù in Italia e il Campania; tra storia e leggende, Baia (Napoli), 8-9 settembre 2007.

114. Il convegno per la presentazione della Guida-catalogo del Museo demoetnoantropologico del Brigantaggio di Itri, Itri, 5 maggio 2007.

(2008)

115. Il congresso internazionale Face § body. What is new in Aesthetic Surgery, Milano, 10-12 aprile 2008.

116. Il convegno internazionale Riti mediterranei, Palermo, 28-30 maggio 2008.

117. Il convegno Le opere e i giorni di Costantino Nigra etnologo, Castelnuovo Nigra, 27-29 giugno 2008.

118. Il convegno Brigantesse, donne guerriere, amanti, Chiaromonte, 23 agosto 2008.

119. Il convegno del Salone Internazionale del Benessere, Ischia, 24-27 settembre 2008.

120. Il convegno La settimana dei briganti, Villa Castelli (BR), 25 sett. - 1 ott. 2008.

121. Il convegno Pane, alimentazione, ritualità, Real Belvedere di San Leucio, Caserta, 16-17 ottobre 2008.    

(2009)  

122. Il convegno internazionale Il Carnevale e il Mediterraneo, Putignano, 19-21 febbraio 2009.

123. Il convegno La parata dei briganti, Rionero in Vulture 25 marzo 2009. 

124. Il convegno internazionale La donna e il sacro, Palermo, 12- 13 novembre 2009.

125. L' Internationale Konferenz Medien der Auferstehung, Gissen, 14-15 novembre 2009.

126. Il convegno internazionale Pulcinella. L' eroe comico nell' area euromediterranera, Fisciano/Napoli, 1-3 luglio 2009.

127. XVI International Summer School, Il colore della pelle di Dio. Forme del razzismo contemporaneo, San Gimignano, 28 agosto - 1 settembre 2009.

128. Il convegno Intellettuali e potere: Padula-Alvaro, Acri, 4-7 novembre 2009.

129. Il seminario di preparazione del convegno internazionale (per settembre 2010) La dis-unità d' Italia e di altre nazioni, Salerno, 17 dicembre 2009.

(2010)

130. Il convegno Claude Lévi-Strauss: letture e commenti, Genova, 21-22 gennaio 2010.

131. Il convegno internazionale Diversitas, Chieti, Università G. D' Annunzio, 25 marzo 2010.

132. Il Convegno Il corpo e il movimento nella ricerca didattica, Università degli Studi di Salerno, 28-29 maggio 2010.

133. Il convegno italo-latinoamericano Turismo e migrazioni, Palermo, 4-7 ottobre 2010.

134. Coordinamento del convegno  Federalismo e questione meridionale, Acri (CS), 12 novembre 2010

(2011)

135. Convegno E qui fu Napoli, Napoli, 10 gennaio 2011.

136. Il convegno Facing the Future in Aesthetic Surgery dell' European Association of Aesthetic Surgery, Milano, gennaio 27-30 2011.

137. Convegno Brigantesse dell' Italia postunitaria, Napoli, 21 febbraio 2011.

138. Convegno internazionale Il Carnevale e il Mediterraneo - La maschera e il corpo, Putignano, 3-5 marzo 2011

F.  PUBBLICAZIONI

 

 

I.   VOLUMI

 

(1976)

1. Fascismo sui muri. Le scritte murali neofasciste di Napoli, studio e testi a cura di D. Scafoglio e G. Cianflone, Napoli, Guida,1976,pp. 120 e tavv.

(1977)

2. Le parole e il potere. L' ideologia del vocabolario italiano, studio e testi a cura di D. Scafoglio e G. Cianflone, Firenze, D' Anna, 1977, pp. 127.

3. Terre e briganti. Il brigantaggio cantato dalle classi subalterne, studio e testi a cura di D. Scafoglio, con una introduzione di A. Piromalli, Firenze, D' Anna, 1977, pp. 142.

L’ opera è stata interamente ed esclusivamente ideata e realizzata in ogni sua parte da Domenico Scafoglio. Antonio Piromalli ha premesso ad essa  l’ introduzione contenuta nelle pp.  9-19.

 

4. L' identità minacciata. La poesia dialettale e la crisi postunitaria, studio e testi a cura di D. Scafoglio, con una introduzione di A. Piromalli, Firenze, D' Anna, 1977, pp. 120.

L’ opera è stata interamente ed esclusivamente ideata e realizzata in ogni sua parte da Domenico Scafoglio. Antonio   Piromalli  ha premesso ad essa l’ introduzione contenuta nelle pp. 9-19.

 

(1979)

5. Vincenzo Padula. Storia di una censura, Roma-Cosenza, Lerici, 1979, pp. 240.

(1980)

6. Lazzari e giacobini. La letteratura per la plebe (Napoli 1799), Napoli, Guida, 1980, pp. 160 (edizioni successive accresciute 1996, 1999).

7. Poesia erotica popolare in Calabria, studio e testi a cura di D. Scafoglio, Cosenza, Brenner, 1980, pp. 138.

(1981)

8. La maschera della Cuccagna. Spreco, rivolta e sacrificio nel Carnevale napoletano del 1764, Napoli, Colonnese, 1981, pp. 100 (seconda ed. 1994; terza ed. 2001).

 

(1983)

9. Il Te Deum de' Calabresi attribuito a Cardone, studio e testo a cura di D. Scafoglio, Napoli, Athena, 1983, pp. 99 (seconda ed. 1999).

(1984)

10. Norma e trasgressione nella letteratura popolare e altri saggi di letteratura e

demologia, Roma-Reggio Calabria, Gangemi, 1984, pp. 100.

11. L' immaginazione filologica. La teoria della lingua e la ricerca dialettologica di Vincenzo Padula, Vibo Valentia, Qualecultura-Jaca Book, 1984, pp. 209.

(1992)

12. Pulcinella. Il mito e la storia, Milano, Leonardo, 1992, pp. 1014 e 155 illustrazioni (con alcune parti in collaborazione con L. Lombardi Satriani).

     D. Scafoglio è autore delle parti I, III, IV, V, VII  del volume, nonché dei capitoli con numero dispari delle   rimanenti parti II e VI, ed ha curato l' atlante iconografico

 

(1993)        

13. Vincenzo Padula demologo, parte I, Ischia, CEIC, 1993, pp. 114 (testo provvisorio).

(1994)

14. La maschera della Cuccagna. Spreco, rivolta e sacrificio nel Carnevale napoletano del 1764, seconda ed. riveduta, Napoli, Guida, 1994, pp. 109.

15. L' altalena. Il gioco e il suo fantasma, Napoli, Di Mauro, 1994, pp. 120 (seconda ed. 1995; terza ed. in corso di pubblicazione).

16. Le radici dell' albero, Salerno, Gentile, 1994, pp. 94.

17. L' epos brigantesco popolare nell' Italia meridionale, Salerno, Gentile, 1994, pp. 201.

(1995)

18. Contesti culturali e scambio verbale nella Napoli contemporanea, Salerno, Gentile, 1995, pp. 161.

19. Il gioco del lotto a Napoli, Roma, Newton Compton, 1995, pp. 62.

 

(1996)

20. Antropologia e letteratura, vol. I, Saggi 1977 - 1995, Salerno, Gentile, 1996, pp. 220.

(1997)

21. Pulcinella, Roma, Newton Compton, 1997, pp. 62 (rist. in "La Napoli tascabile del Mattino, 2002). 

22. Il Carnevale napoletano, Roma, Newton Compton, 1997, pp. 68.

(1998)

23. Corpi senza pace. La possessione diabolica in Campania, vol. I, Il modello esorcistico di Campagna, Salerno, Gentile, 1998, pp. 178 (in collaborazione con Simona De Luna).

(1999)

24. La cultura dell' invidia. Il malocchio e la iettatura nell' Italia meridionale, Salerno, Gentile, 1999, pp. 200 (in collaborazione con Simona De Luna). 

25. Te Deum per un massacro. Napoli prima e dopo il 1799, studio e testo a cura di D. Scafoglio, seconda edizione rivista ed arricchita, Cava dei Tirreni, Avagliano, 1999, pp. 110.

(2000)

26. Numeri. Il gioco del lotto a Napoli, Napoli, L' ancora, 2000, pp. 140.

27. Antropologia e letteratura, vol. II, Saggi 1985-2000, Salerno, Gentile, 2000, pp. 170.

28. Michele 'o Pazzo e la Repubblica partenopea, Casamicciola, Valentino, 2000, pp. 101.

(2001)

29. Il gioco della Cuccagna. Spreco e tumulti festivi nella carestia del 1764 a Napoli, terza ed., Cava dei Tirreni, Avagliano, 2001, pp. 124 (col testo dell' Anno de li trivole a cura di S. De Luna).

30. Introduzione alla ricerca etno-antropologica, lezioni a.a. 2000-2001, Fisciano, Cues, 2001, pp. 113.

31. Le anime perse. Studi sulla possessione diabolica, Fisciano, Cues, 2001, pp. 145 (in collaborazione con S. De Luna).

(2002)

32. Antropologia e letteratura, vol. III, Saggi 1979-2002, Salerno, Gentile, 2002, pp. 159.

(2003)

33. La possessione diabolica, Cava de' Tirreni, Avagliano, 2003, pp. 390 (in collaborazione con Simona De Luna).

34. Pulcinella. Il potere della parola, Fisciano, Cues, 2003, pp. 156.

(2005)

35. Introduzione alla ricerca etnoantropologica, seconda ed. riveduta e arricchita, Fisciano, Cues, 2005, pp. 220.

(2007)

36. Le donne col fucile. Brigantesse dell' Italia postunitaria, Fisciano, Cues, 2007 (rist. 2008), pp. 170, ill. (in collaborazione con S. De Luna).

37. Antropologia culturale. Autori, Fisciano, Cues, 2007, pp. 126.

 

 

II.  CURATELE

 

(1974)

1. Cronache del brigantaggio in Calabria di V. Padula, studio introduttivo e testo a cura di D. Scafoglio, Napoli, Athena, 1974, pp. XXXII- 133.

     L’ opera (saggio, testi e curatela) è stata interamente ed esclusivamente ideata e realizzata da  D. Scafoglio. A. Piromalli ha premesso ad essa l’ introduzione contenuta nelle pp. V-XXII.

 

2. Poesie inedite di V. Padula, Napoli, Guida, 1974, pp. 140.

     D. Scafoglio ha scoperto i manoscritti e ne ha curato la pubblicazione. Sue sono l' introduzione (“Le carte segrete di  V. Padula”, pp. 19-30), le ”Note filologiche” e i” Commenti”, pp. 113-39. Di A.  Piromalli sono le pagine introduttive 7-17. 

 

(1975)

3. La Ceceide di Vincenzo Ammirà, Napoli, Athena, 1975, p. 103.

     D. Scafoglio ha rinvenuto le varie stesure inedite dell' opera di Ammirà, ha curato il testo critico ed è autore del saggio introduttivo, “L' osceno e la liberazione” (pp. 25-39),  delle  Note  di traduzione, oltre che delle ”Note filologiche” e delle “Note bibliografiche” (pp. 75-102).  Di A. Piromalli sono le pagine introduttive  5-24.

 

(1976)

4. P.P. Pasolini, Volgar' eloquio, studio introduttivo e testo a cura di D. Scafoglio, Napoli, Athena, 1976, pp. 87.

     Il testo di Pasolini è stato curato da G. Cianflone e D. Scafoglio, che è anche autore del saggio “Pasolini e il Volgar’ eloquio”. A. Piromalli è autore del saggio introduttivo contenuto nelle pp. 5-19.

 

(1979)

5. La Ngagghia e la Rivigliade di Vincenzo Ammirà, Cosenza, Brenner, 1979, pp. 112.

     D. Scafoglio ha rinvenuto, identificato e curato i testi pubblicati in questo volume, è autore del saggio introduttivo (L' ossessa e l' etèra, pp. 19-36) , delle note di traduzione e delle note filologiche. A. Piromalli è autore delle pagine introduttive 5-18. 

 

(1981)

6. Antologia dialettale di P. Creazzo, Pellegrini, Cosenza, 1981, pp. 188.

     Volume ideato e curato da A. Piromalli e D. Scafoglio, che  è anche autore del saggio “Il carro e la falce” (pp. 23-38).

(1982)

7. L. Serio, Risposta al Dialetto napoletano dell' abate Galiani, studio e testo a cura di D. Scafoglio e G.A. Arena, Napoli, Colonnese, 1982, pp. 100 (seconda ed. 1995).

(1995)

8. La piazza nella storia: eventi, liturgie, rappresentazioni, Atti del Convegno di Salerno 1992, a cura di M. Vitale e D. Scafoglio, Napoli, Edizioni Scientifiche italiane, 1995, pp. 420.

9. La Risposta al Dialetto napoletano dell' abate Galiani di Luigi Serio, studio e testo a cura di D. Scafoglio e R. Troiano, seconda edizione notevolmente accresciuta, Salerno, Gentile, 1995, pp. 140.

(1996)

10. Racconti erotici italiani, studi e testi a cura di D. Scafoglio, vol. I, Le raccolte storiche, Roma, Meltemi, 1996, pp. 152.

(2002)

11. Le letterature popolari. Prospettive di ricerca e nuovi orizzonti teorico-metodologici, Atti del Convegno di Fisciano- Ravello 1997, a cura di D. Scafoglio, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 2002, pp. 418. 

(2004)

12. Suor Scolastica, Polvere del nulla. Diario 1955-1991, introduzione di D. Scafoglio, Quaderni del Laboratorio antropologico dell' Università di Salerno, Salerno, Gentile, 2004, pp. XII-127.

(2006)

13. La vita in gioco, Atti del Convegno di Fisciano-Amalfi, 2004, a cura di D. Scafoglio, Cava de' Tirreni, Marlin, 2006, pp. 202.

14. La coscienza altra. Antropologia e poesia, Atti del Convegno di Fisciano-Amalfi, 2002,  a cura di D. Scafoglio, Cava de' Tirreni, Marlin, 2006, pp. 283.

15. Antropologia e romanzo, Atti del Convegno di Fisciano-Ravello 1999, a cura di D. Scafoglio, Soveria Mannelli, Rubettino, 2006, pp. 418.

(2007)

16. L' odore della bellezza. Antropologia del fitness e del wellness, Atti del convegno di Fisciano-Minori 2006, a cura di D. Scafoglio, Milano, Delfino Editore, 2007, pp. 407.

(2010)

17. Gli altrove immaginari. Modelli di società tra etnografie inventate e costruzioni utopiche,  Atti del convegno di Fisciano- Amalfi, 22-24 settembre 2000, a cura di D. Scafoglio, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2010, pp. 5-14.

18. Pulcinella. L' eroe comico nell' area euromediterranea, Atti del convegno internazionale di Fisciano-Napoli, 1-3 luglio 2009, a cura di D. Scafoglio (di prossima pubblicazione).

 

III.  SAGGI BREVI, ARTICOLI ECC.

 

 

(1974)

1. Padula interdetto. Note sulla poesia erotica di V. Padula, in "Calabria/cultura", Cosenza, a.I, n. 1-2 (gennaio-giugno 1974, pp. 90-97).

(1981)

2. Il carro e la falce, introduzione all' Antologia dialettale di Pasquale Creazzo, Cosenza, Pellegrini, 1981; poi, arricchita,  in Antropologia e letteratura, cit., vol. III, pp. 123-38.

(1982)

3. Viaggiatori stranieri in Calabria (1767-1797), in "Miscellanea di studi storici", Università della Calabria, Dipartimento di storia, II (1982), pp. 145-92, con 28 tavv. 

4. Vincenzo Ammirà e il "carnevalesco", in Atti del convegno di studi Per una idea di Calabria (Cosenza, 1981), Cosenza, Periferia, 1982, pp. 114-25 (poi in Norma e trasgressione, cit., pp. 43-58, e in Antropologia e letteratura, cit., vol. I, pp. 110-32).

(1983)

5. Linguistica e microstoria, in "Miscellanea di studi storici", Univ. della Cal. (Dipart. di storia.), III (1983), pp. 149-67 (poi in Antropologia e letteratura, cit., vol. I, pp. 199-219).

6. Note su mafia e letteratura, in AA. VV., Le ragioni della Mafia, Milano, Jaca Book, 1983 (poi in Antropologia e letteratura, cit., vol. I, pp. 98-109).

7. Scotellaro e la memoria contadina, in AA.VV., Cultura, meridionalismo e lotte contadine in Basilicata nel secondo dopoguerra, Atti del VI Convegno nazionale di storiografia lucana (Irsina-Tricarico 1981), Bella, 1983, pp. 81-87 (poi in Norma e trasgressione, pp. 75-84  e in Antropologia e letteratura, cit., vol. I, pp. 37-48).

(1984)

8. Paesaggio e presenza popolare in Calabria nei resoconti dei viaggiatori stranieri (secc. XVIII-XIX), in "Storia della città", Milano, Electa, 1984, pp. 75-86. con ill.

 

(1985)

9. Un Te Deum per un massacro, in Atti del Convegno nazionale di studi Settecento calabrese (Cosenza 1983), Cosenza, Periferia, 1985, pp. 236-85.

10. Introduzione a Bercé, Festa e rivolta, trad. it., Pellegrini, Cosenza, 1985, pp. 1-26 (poi in Norma e trasgressione, cit., pp. 59-74).

11. I racconti popolari calabresi, in AA. VV., Chi ha voce. La figura e l' opera di Raffaele Lombardi Satriani, Roma-Reggio Calabria, Gangemi, 1985, pp. 34-40.

(1986)

12. Il vocabolario inedito di Vincenzo Padula, in AA. VV., Regione e cultura popolare, Atti del Convegno Funzioni e finalità dei centri di raccolta e di documentazione della cultura popolare, Galatina, Congedo, 1986, pp. 123-42.

(1987)

13. Presenze della cultura europea in Vincenzo Padula, in Atti del Convegno nazionale di studi Cultura romantica e territorio nella Calabria dell' Ottocento (Cosenza, 1986), Cosenza, Periferia, 1987, pp. 313-26 (poi in Antropologia e letteratura, cit., vol. I, pp. 183-98).

14. Canti di donne in una comunità di pastori, in Atti del IV congresso internazionale di studi antropologici Donna e società (Palermo, 1982), Palermo, 1987 (poi in Norma e trasgressione, cit., pp. 363-68 e in Antropologia e letteratura, cit., vol. I, pp. 3-10).

15. Il folklore erotico. Note per una ricognizione delle letteratura popolare di ispirazione sessuale, in Atti del VII congresso storico calabrese Per un atlante aperto dei beni culturali in Calabria: situazione problemi prospettive (Vibo Valentia, 1982), Reggio Calabria, Gangemi, 1987, pp. 651-84 (anche in Norma e trasgressione, cit., pp. 5-35).

16. La bambola nella narrativa europea degli ultimi due secoli, Atti del Convegno La cultura della bambola (Roma, 1986), "La ricerca folklorica", 1987, n. 16, pp. 53-58 (poi in Antropologia e letteratura, cit., vol. II, pp. 129-45).

17. Pulcinella e la vecchia, in Psicoanalisi, arte, persona,  Atti del Convegno della Società Neofreudiana di Psicoanalisi (Milano, 1985), Milano, Franco Angeli, 1987, pp. 97-103 (in collaborazione con L. Lombardi Satriani) (poi, come testo a due sole mani,  in Antropologia e letteratura, cit., vol. I, pp. 174-82).

18. Orlando e Pulcinella, in  AA. VV., Sulle orme di Orlando. Leggende e luoghi carolingi in Italia, Ferrara, Centro Etnografico Ferrarese, 1987, pp. 273-93 (in collaborazione con L. Lombardi Satriani).

(1988)

19. Nota a Salvatore Farina,  Storia di un emigrato, Vibo Valentia-Milano, Qualecultura-Jaca book, 1988, pp. 236-52 (poi in Antropologia e letteratura, cit., vol. I, pp. 11-15).

20. Le maschere del desiderio. Pulcinella e don Giovanni, in Aa.Vv., Quante storie per Pulcinella, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 1988, pp. 123-169 (in collab. con L. Lombardi Satriani).

21. Lo sguardo da vicino, in "Quaderni Calabresi", a. XXIV, n. 64, dicembre 1978-gennaio 1988, pp. 82-84.

(1989)

22. Pulcinella, ou l' interdit de métamorphose,  in AA. VV., Naples, Institut Francais de Naples, 1989, pp. 32-36 (in collaborazione con L. Lombardi Satriani).

23. Sanniti e altri cafoni, in F. Ramondino - A.F. Muller,  Dadapolis, Torino, Einaudi, 1989, pp. 213-20.

(1990)

24. Una profonda civiltà umana. Linee di un cataclisma, in C. Alvaro, Calabria, Vibo-Milano, Qualecultura/Jaca book, 1990, pp. 47-57 (poi in Antropologia e letteratura, cit., vol. I, pp. 61- 73).

25.Introduzione al  Decamerone popolare curato da G. Sabino, Milano, Leonardo, 1990, pp. 5-23.  

26. Pulcinella e l' altro, in AA.VV., Pulcinella. Una maschera tra gli specchi, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 1990, pp. 39-50 (in collaborazione con L. Lombardi Satriani)

(1992)

27. L' ordine proprietario e la follia, in L. Alario (a cura di), La narrativa di Saverio Strati. Letture demologiche, Castrovillari, Il Coscile, 1992, pp. 43-50 (poi in Antropologia e letteratura, cit., vol. I, pp. 149-56).

28. Imago mundi, in Aa. Vv., Presepe di Mario Carotenuto, Salerno, 1992, pp. 12-16.

(1993)

29. La lezione di Mariano Meligrana, in La figura e l' opera di Mariano Meligrana, Atti del convegno di Parghelia-Tropea ( 1984), Roma, Gangemi, 1993, pp. 161-72.

(1994)

30. Il teatro delle "guarattelle" tra tradizione e innovazione, in AA. VV., Nel paese dei balocchi?  Salerno, Ad Litteram, 1994, pp. 89-92.

(1995)

31. La fame di Pulcinella in Atti convegno, Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, Roma, 1995, pp. 1191-215 (in collaborazione con L. Lombardi Satriani).

(1996)

32. Strategie dello spazio e scambio verbale nella piazza repubblicana (Napoli 1799), in M. Vitale - D. Scafoglio (a cura di), La piazza nella storia: eventi, liturgie, rappresentazioni, Napoli, ESI, 1996, pp. 77-90.

33. La gloria del patibolo. Santi/briganti nell' epos popolare, in AA. VV., Un laboratorio tra i castagni, Perugia. Arnaud-Gamma 1996, pp. 191-203 (poi in Antropologia e letteratura, cit., vol. II, pp. 83-97).

34. E.A. Mario tra industria, cultura e miti personali, in Atti Convegno E.A. Mario, a cura di V. Aversano, Coperchia, 1996, pp. 45-52.

(1997)

35. Il gioco del lotto a Napoli, in "Homo ludens", Internationale Beitrage des Institutes fur Spielforschung und Spielpadagogik an der Hochschule 'Mozarteum' Salzburg, V (1997), pp. 50-91.

36. Pulcinella. Per un' antropologia del comico, in Anthropology and Literature, "AdI", The University of North Carolina, vol. 15, 1997, pp. 65-84.

37. Il caso Padula, in AA. VV., Un intellettuale di frontiera, Bari, Laterza, 1997, pp. 235-43 (poi in Antropologia e letteratura, cit., vol. II, pp. 158-67). 

38.  Un' odissea etnografica, prefazione all' edizione italiana di Thomas Belmonte, La fontana rotta, Roma, Meltemi, 1997, pp. 7- 22.

(1998)

39. Pulcinella e Jerocades, in Atti convegno di Parghelia (1996) su Antonio Jerocades nella cultura del Settecento, Reggio Calabria, Falzea, 1998, pp. 151-64 (poi in Antropologia e letteratura, cit., vol. II, pp. 63-74).

40. L' indovinello erotico in Europa, in Atti del convegno  internazionale di Rocca Grimalda (1998) su Il corpo e la festa. Universi simbolici e pratiche della sessualità popolare, Roma, Meltemi, 1999, pp. 61-80 (poi in Antropologia e letteratura, cit., vol. II, pp. 106-28).

41. La vertigine e il calcolo. Il lotto napoletano, in ………….……......Atti del convegno Il gioco pubblico in Italia, Università di Salerno, 6-8 maggio 1998.

42. Pulcinella alla conquista della "Luna", in Storia di un Festival, a cura di Teresa Migale, Comune di San Miniato, 1998, pp. 39-43.

(1999)

43. Pulcinella/Polichinelle. Méthodologie et perspective de recherche, in "Cahiers Robinson", n. 6, 1999, pp. 7-18 (poi in Antropologia e letteratura, cit., vol. II, pp. 35-49).

(2000)

44. Roghi repubblicani contro la rivoluzione culturale, in atti Convegno "1799-1999. Geografia e storia dell' idea di libertà", Villa San Giovanni, Falzea, 2000, pp. 263-72 (poi in Antropologia e letteratura, cit., vol. III, pp. 15-28).

45. Introduzione a A. Jerocades, Saggio dell' umano sapere, Vibo Valentia, Sistema Bibliotecario Vibonese, 2000, pp. 6-22 (poi in Antropologia e letteratura, vol. III, cit., pp. 139-59).

46. Anime perse e corpi posseduti. Gli indemoniati di S. Antonino, in L.M. Lombardi Satriani (a cura di), Santità e tradizione. Itinerari antropologico-religiosi nella Campania di fine millennio, Roma, Meltemi, 2000, pp. 111-41 (in collaborazione con S. De Luna).

47. Il lavoro solitario di Vincenzo Padula, in Antropologia e letteratura, Salerno, Gentile, 2000, vol. II, pp. 147-57.

48. L' antropologo come straniero, in Antropologia e letteratura, vol. II, Salerno, Gentile, 2000, pp. 26-31 (relazione tenuta al Convegno Le lingue dello straniero, Fisciano, ..... 2000); poi in Le lingue dello straniero, 2003 (ved. avanti).

49.Il letterario come altro in Antropologia e letteratura, vol. II, Salerno, Gentile, 2000, pp. 9-31; poi in  Antropologia e romanzo, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2006, pp. 5-12 (relazione tenuta al Convegno .............................  di Fisciano-Ravello 1999).

(2001)

50. Fare frasi. Paremiologia e poetica, in S.M. Barillari (a cura di), Motti, arguzie, facezie ... e altre "forme semplici" dell' espressività popolare, Atti convegno, Roma, Meltemi, 2000, pp. 43-52; poi in S.M.Barillari (a cura di), Il senno di Bertoldo. Saperi, formule, espressioni del' identità popolare, Atti convegno, Alessandria, Edizioni dell' Orso, 2001, pp. 63-69; ancora in Antropologia e letteratura, vol. II, cit., pp. 98-105.

51. Postfazione a Francesco Perri, Emigranti, Vibo Valentia, Qualecultura-Jaca Book, 2001, pp. 239-46 (poi in "Quaderni Calabresi", dicembre 2001, pp. 33-37; ancora in Antropologia e letteratura, cit., vol. III, pp. 7-14).

52. Un intellettuale tra impegno e disincanto, introduzione  G.A. Arena, Scritti scelti, Acri, Fondazione Padula, 2001, pp. 9-22.

(2002)

53. Neapolis. Mutamento culturale e sviluppo turistico nella città partenopea, in Civitas et civilitas, Atti del Convegno di Buccino (2001), Roma, Centro per la Filosofia Italiana, 2002, pp. 175-186.

54. Lotto in Neapel, in Dem Gluck auf der Spur. 250 Jahre Osterreichisches Zahlenlotto, "Sonderausstellung des Historischen Museums der Stadt Wien", Wien, 2002, pp. 100-21. 

55. Antropologia e poetica: il caso Thomas Belmonte, in D. Scafoglio (a cura di), Le letterature popolari. Prospettive di ricerca e nuovi orizzonti teorico-metodologici, Atti del Convegno di Fisciano-Ravello 1997, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 2002, pp. 15-20.

56. Sugli altrove immaginari, in Antropologia e letteratura, vol. III, Salerno, Gentile, 2002, pp. 101-113 (poi in Gli altrove immaginari. Modelli di società tra etnografie inventate e costruzioni utopiche, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2010, pp. 5-14.

57. Il Pentamerone di Giambattista Basile tradotto da Benedetto Croce, in "Il Corriere del Mezzogiorno", 22/2/2002; poi, arricchito, in Antropologia e letteratura, Salerno, Gentile, 2002, vol. III, pp. 101-13.

58.  Antropologia e psicoanalisi. Le radici storiche del rapporto, in "Doppio Sogno" <doppio-sogno.it/numero1/ita/scafoglio1101.pdf>

(2003)

59. L' antropologo come straniero, in AA. VV., Le lingue dello straniero, Atti del Convegno di Fisciano, 6-9 aprile 2000,  Napoli, Liguori, 2003, pp. 31-37; già in Antropologia e letteratura, Salerno, Gentile, 2000, vol. II, pp. 26-34. 

60. Mutamento culturale e sviluppo turistico a Napoli, in Il pensiero e la scienza nel turismo italiano, Roma, Ministero delle Attività Produttive, 2003, pp. 239-48

(2004)

61. La Chiesa e lo charivari, in Charivari. Mascherate di vivi e di morti", Alessandria, Edizioni dell' Orso, 2004, pp. 189-200 (poi La festa crudele. Una lettura non funzionalista dello charivari, in D. Scafoglio, Antropologia e letteratura, vol. III, cit., pp. 85-100 (in collaborazione con S. De Luna).

62. L' impatto turistico sulla società e la cultura napoletana, in "Etnoantropologia", n. 10, 2004, pp. 181-93.

63.  Il nostro azzardo, presentazione del Convegno, in  La vita in gioco. Antropologia, letteratura, filosofia dell' azzardo (Atti Convegno, Fisciano-Amalfi 2004), a cura di D. Scafoglio, Cava de' Tirreni, Marlin, 2004, pp. 5-19).

64. Tiepolo e l' enigma dei cento Pulcinella, in "Corriere del Mezzogiorno", 2 settembre 2004, p. 9.

65. L' azzardo è più che mai regola di vita, in "Corriere del Mezzogiorno", 1 ottobre 2004, pp. 1, 15

(2005)

66. Le forme lacerate. Fenomenologia e semantica dell' osceno, in AA. VV., Esibire il nascosto. Testi e immagini dell' osceno, numero monografico di "L' immagine riflessa", a. XIV (2005), n. 1-2, pp. 7-20.

67. La polvere del nulla. Diario di una benedettina, in AA. VV.,  Le parole dei giorni, Palermo, Sellerio, 2005, vol. I, pp. 229- 238.

68. La tombola, un gioco etnico, in La tombola napoletana nella pittura di Barbla e Peter Fraefel, Salerno, Edizioni 10/17, ………... pp. 10-11.

(2006)

69. Antropologia e poetica, introduzione a La coscienza altra, Atti del Convegno Antropologia e poesia (Fisciano-Amalfi 2002), Cava de' Tirreni, Marlin, 2006, pp. 5-16. 

70. Alcune note sulla storia dei rapporti tra antropologia e psicoanalisi, in La psicoanalisi tra scienze umane e neuroscienze. Storia, alleanze, conflitti, Atti Convegno, Nocera-Salerno, 18-20 ottobre 2001, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2006, pp. 649-65.

71. Roghi repubblicani contro la rivoluzione culturale, in AA. VV., 1799-1999. Miti e rappresentazioni della Repubblica Napoletana del 1799, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2006, pp. 51- 58.

72. Prefazione  a Vincenzo Padula, Persone in Calabria, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2006, pp. 5-18.

73. Il letterario come altro, Presentazione del Convegno Antropologia e romanzo, Atti Convegno Fisciano-Ravello 1999, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2006, pp. 5-12 (già in Antropologia e letteratura, vol. II, 2009, pp. 9-31).

(2007)

74. L' eros popolare cantato da Otello Profazio, in M. De Pascale (a cura di), Otello Profazio, Roma, Squilibri, 2007, pp. 117-20.

75. La gloria del patibolo. Lettura antropologica della "storia" di un brigante santo, in "L' immagine riflessa", numero monografico a cura di Sonia Barillari, a. XVI (2007), pp. 225-40 (Atti del Convegno Le vite dei Santi. Percorsi narrativi, iconografici, devozionali, Abbazia di Rivalta, 18 giugno 2005, pp. 225-40).

76. Per un' antropologia del fit-well-ness, in D. Scafoglio (a cura di), L' odore della bellezza. Antropologia del fitness e del wellness, Milano, Delfino, 2007, pp. 3-15.

77. Turismo e mediazione culturale, in "Quaderni del Dipartimento", Università di Salerno, Dipartimento di Scienze dell' educazione, 2006-2007, 2007, pp. 195-207, in collaborazione con Patrizia Del Barone.

(2008)

78. Padula ieri e oggi. Impegno politico e indagini socioantropologiche negli anni del "Bruzio" (1864-1865), in AA.VV., Le ragioni degli altri, a cura di I. Lucchese e R. Melillo, Milano, Franco Angeli, 2008, pp. 625-39.

79. Il lavoro delle donne negli scritti paduliani, in "Quaderni del Dipartimento", Università degli Studi di Salerno, 2007-2008, pp. 43-62, in collaborazione con Annalisa Di Nuzzo.

80. Due malattie d' amore e disamore, in M. Mafrici - R. Pelizzari (a cura di), Tra res e imago. In memoria di Augusto Placanica, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2008, vol. II, pp. 919- 26.

81. Un invito a riscrivere l' identità nazionale, in Per forza o per amore. Brigantesse dell' Italia pustunitaria, Catalogo Mostra, Cava de' Tirreni, Marlin, 2008, pp. 6-5.

(2009)

82. Memoria orale del brigantaggio ad Avigliano e a Missanello, in "Quaderni del Dipartimento", Fisciano, Università degli Studi di Salerno, Dipartimento di Scienze dell' Educazione,  2009, pp. 383-404, in collaborazione con Anna Maria Musilli.

83. La chiesa di legno, in  Cultura materiale, cultura immateriale e passione etnografica, a cura di L. Alario, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2009,  pp. 339-53, in collaborazione con S. De Luna.

84. Prefazione a La morte, la cura, l' amore. Donne ucraine e rumene in area campana di Annalisa Di Nuzzo, Roma, Cisu, 2009, pp. 19-20.

(2010)

85. Per un' antropologia del comico a partire dal Carnevale, in Il Carnevale e il Mediterraneo, Atti del Convegno internazionale di Putignano, a cura di P. Sisto e P. Totaro, febbraio 2009, Bari,Progedit,2010,pp.1-11.

86. Para una antropologia del comico a partir del Carnaval, Universidad Autonoma Metropolitana de Ciudad del Mexico - Universidad de Sevillia, Editorial San Pablo, 2010, pp. 17.

87. Passione, estasi, possessione, in  Atti del Convegno La mente e l' estasi (Salerno, 20-22 ottobre 2005), Soveria Mannelli, Rubbettino, 2010, pp. 71-78. 

88. Corpi possibili. Umanità del post-umano, in Corpi. Linguaggi rappresentazioni metamorfosi, Atti del Convegno di Salerno del 30 marzo 2007, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2010, pp. 245-51.

89. Sugli altrove immaginari, in Gli altrove immaginari. Modelli di società tra etnografie inventate e costruzioni utopiche, Atti del convegno di Fisciano-Amalfi, 22-24 settembre 2000, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2010, pp. 5-14.

 

90. Nel ventre della città. Leggendo un nuovo libro su Napoli, in "Quaderni del Dipartimento", Fisciano, Università degli Studi di Salerno, Dipartimento di Scienze dell' Educazione, 2009-2010, pp. 267-76.

91. Presentazione di Mamme italiane bambini cinesi. Una ricerca etnografica nei paesi vesuviani di Anna Maria Musilli, Roma, CISU, 2010, pp. 9-10.

92. Die Wiederkehr des toten in der Teufelbesessenheit, relazione per l' Internationale Konferenz Medien der Auferstehung (Media de la Résurrection), (Gissen, 14-15 novembre 2009), Gissen, Ed. Peter Lang, 2010. 

93. L' Elena di Zeusi ovvero la costruzione della bellezza, in Atti del congresso internazionale Face § body - What is new in Aestetic Surgery, Milano, 10-12 aprile 2008.

(2011)

94. Padula intimo. Lettere inedite a Saverio Franchi, in "Quaderni del Dipartimento", Università degli Studi di Salerno, 2010-2011,    pp. 165-178, in collaborazione con Anna Maria Musilli.

 

(In corso di pubblicazione)

95. La bellezza e le malie dell' imperfezione, in Atti del conresso Facing the Future in Aesthetic Surgery dell' European Association Aesthetic Surgery, Milano, 27-30 gennaio.

96. Vite alla macchia, in Le culture dei briganti. Mito e immaginario del bandito sociale dal Medioevo ad oggi, Atti del Convegno internazionale di Rocca Grimalda, 23-24 settembre 2006, in collaborazione con Simona de Luna.

97. Costantino Nigra e il Sud d' Italia, in Atti del Convegno Le opere e i giorni di Costantino Nigra etnologo, Castelnuovo Nigra, 27-29 giugno 2008.

98. Senora Blanca. Il culto della Santa Muerte in Città del Messico, in La donna e il sacro, Atti del Convegno internazionale di Palermo, 11-13 novembre 2009.

99. Studi su alcune comunità cinesi in Italia, in "Quaderni del Dipartimento", Università di Salerno, Dipartimento di Scienze dell' Educazione, Lecce, Pensa, 2010, in collab. con Anna Maria Musilli. 

100. Il mondo è pieno di Pulcinelli, Presentazione del Convegno internazionale Pulcinella. L' eroe comico nell' area euromediterranea, Fisciano-Napoli, 1-3 luglio 2009.

101. Le parole dei diversi, in Atti del Convegno internazionale Diversitas, Chieti, Università degli Studi G. D' Annunzio, 25 marzo 2010; in internet .........

101. Antropologia del movimento, in Atti del Convegno Il corpo e il movimento nella ricerca didattica, Università di Salerno, 28- 29 maggio 2010.

102. Turismo y desarollo, Città del Messico, Universidad Autònoma Metropolitana, 19 ottobre 2010.

103. Turismo, mediaciòn cultural y politicas del patrimonio, Instituto Nacional de Anropologìa e Historia, Città del Messico, 20 ottobre 2010.

104. Antyropologìa y literatura: cuadro teorico y problemas de método, Città del Messico, Universidad Autònoma Metropolitana, Città del Messico, 21 ottobre 2010.  

105. Napoli, le due città. Note sull' identità napoletana, in Atti del convegno Parole urbane, Bergamo, Università degli Studi, 21 aprile 2008.

106. Maschere del tempo gioioso. Carnevale, la città, la storia, in Atti del convegno 8in ternazionale Il Carnevale e il Mediterraneo- La maschera e il corpo, Putignano, 3-5 marzo 2011.

 

(Inediti)

 

(2004)

107. Raccontando la vita, dopo il diluvio:  storie di monache, possedute e brigantesse, relazione tenuta al convegno Oralità e scrittura. Autobiografie: problemi di metodo e di analisi, Rocca Grimalda, 9-10 ottobre 2004.

(2006)

108. Fare Carnevale, oggi, relazione tenuta al convegno Carnevale ieri ed oggi, Avellino, 15 settembre 2006.

109. Miti alimentari della salute, in Atti del convegno di Acri, Sognare la vita, sognare l' amore, Acri, 26 ottobre 2006.

(2007)

110. Il nuovo immaginario apocalittico di un culto contadino contemporaneo, relazione tenuta all' International Summer School Babele e dintorni. Fra catastrofismi e nuovi percorsi di senso, Centro Internazionale di Studi sul Religioso contemporaneo, San Gimignano, 25-29 agosto 2007.

111. L' oro di Napoli, intervento alla tavola rotonda L' età dell' oro. I maestri dell' arte orafa del Regno di Napoli, Palazzo Reale di Napoli, 13 dicembre 2007 (inedito).

(572008)

112. Miti e riti alimentari del fit-well-ness, relazione tenuta al  convegno del Salone Internazionale del benessere, Ischia, 24- 27 settembre 2008.

113. Donne col fucile, relazione tenuta al convegno La settimana dei briganti, Villa Castelli (BR), 25 sett. - 1 ott. 2008.

114. Alimentazione e miti del benessere, relazione tenuta al convegno Pane alimentazione ritualità, Real Belvedere di San Leucio (Caserta), 16-17 ottobre 2008.

115. Riflessioni su antropologia e turismo a partire dal caso napoletano, relazione tenuta al convegno "Antropologia e territorio" dell' Associazione Italiana per le Scienze Etnoantropologiche (Roma, Univ. "La Sapienza", 1-3 luglio ...).

(2009)

116. Per una antropologia del brigantaggio, relazione tenuta al convegno La parata dei briganti, Rionero in Vulture, 25 marzo 2009.

117. La rivincita di Dio e gli scontri di civiltà, relazione per l' International Summer School Il colore della pelle di Dio. Forme del razzismo contemporaneo, San Gimignano, 28 agosto - 1 settembre 2009.

118. Gli uccelli grifoni, relazione per il convegno Intellettuali e potere: Padula - Alvaro, Acri, 4-5 novembre 2009.

119. Memoria del brigantaggio e identità nazionale, Discorso per l' inaugurazione della mostra "Per forza o per amore. Brigantesse dell' Italia postunitaria", Catanzaro, 24 novembre 2010.

 

 

(2011)

120. Napoli nella letteratura antropologica americana, relazione tenuta al convegno E qui fu Napoli, Napoli, 10 gennaio 2011.

121. Il perché di una mostra, Discorso per l' inaugurazione della seconda edizione della Mostra "Brigantesse dell' Italia meridionale", Napoli, 21 febbraio 2011.

 

 

IV.  PRODOTTI MULTIMEDIALI E MOSTRE

 

1. La Settimana Santa nel sassarese

   Sassari, 1983.   Fotografie di D. Scafoglio

2. Carnevali sardi

   Ottana, 1983.   Fotografie di D. Scafoglio

3. Un Carnevale lucano

   x............  Fotografie di D. Scafoglio e altri

4. L' albero senza radici

   La festa della "pita" .    Alessandria del Carretto, 1990

   Documentario del Laboratorio Antropologico dell' Università di    Salerno

5. La festa della pita

Alessandria del Carretto, 1988-1989

Fotografie di D. Scafoglio

6. Puocinelli del Carnevale di Alessandria

Alessandria del Carretto, 1989

Fotografie di Domenico Scafoglio

 

7. Pulcinelli di montagna

   Maschere, danze e giochi carnevaleschi.   Alessandria del Carretto, 1991

   Documentario del Laboratorio Antropologico dell' Università di    Salerno

8. La chiesa di Legno

   Storia dell' eretica Michelina Izzo.   Poggiomarino (Na), 2006

   Documentario di D. Scafoglio.  Regia di R. Caserta.

9. La festa dei morti messicana

   Territorio di Città del Messico, novembre 2006

   Fotografie di D. Scafoglio

10. Per forza o per amore

   Brigantesse dell' Italia postunitaria

   Documentario storico-antropologico di D. Scafoglio e S. De Luna. Montaggio di R.  Caserta

11. La Senora blanca

   Il culto della Santa Muerte messicana. 

   Città del Messico, novembre 2006 e ottobre 200.  Fotografie di D. Scafoglio

12. Brigantesse postunitarie

    Mostra (23 pann. 1,50 x 50, foto, dipinti, disegni)

    Prima sede: Napoli, Real Casa dell' Annunziata, dicembre 2007

    Laboratorio Antropologico dell' Università di Salerno

    "La Rete. Associazione per l' integrazione dei saperi antropologici, filosofici, letterari , psicologici”, Napoli

13. La parata dei briganti

    Rionero in Vulture (PZ), Palazzo Giustino Fortunato. Mostra permanente

    Consulenza storico-antropologica di D. Scafoglio, 2009

14. Pulcinella e la Morte

    Format televisivo di Nesci e Poliseno con la collaborazione     di D. Scafoglio.

    Terza edizione. Scuola ……....... Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma

    16 febbraio 2009.   <youtube.com - video correlati>

15. Donne d’ Italia. La metà dell’ Unità

     Mostra

     Pisa, Palazzo Blu, 15 marzo 2011

    Collaborazione alla sezione “Brigantesse”

 

 

 

 

 

INDICI TEMATICI

 

 

LINGUISTICA

 I,2 ideologia dei vocabolari;  I, 11, etnolinguistica di V. Padula; I,18,    scambio verbale a Napoli; I,34, linguaggio di Pulcinella;  III, 5, conflitti linguistici postunitari; III, 12, vocabolario dialettale di V. Padula.

TURISMO

III,53; III,60; III,62; III, 102: turismo, sviluppo, cambio culturale a Napoli; III,77; III,103: turismo, mediazione culturale, politiche del patrimonio; antropologia e turismo: il caso napoletano: III, 115.

 

 

G.  RECENSIONI  AGLI  SCRITTI  DI  D. SCAFOGLIO

 

 

                                           Cronache del brigantaggio

Paolo Alatri, Quel prete così prolifico, "Il Messaggero", 23 aprile 1980.

Mario Picchi, Cronache del brigantaggio in Calabria, "L' Espresso", 29 settembre 1794, p. 71.

Giuseppe Costanzo, Briganti in Calabria, "Rinascita", 17 gennaio 1975, p. 29.

Anna Bellio, V. Padula, Cronache del brigantaggio in Calabria, "Italianistica", a. IV, n, 1, gennaio-aprile 1975, pp. 216-17.

Giuseppe Arena, V.Padula, Cronache del brigantaggio in Calabria, "Il Pensiero politico", a. VII, n. 1, 1975, pp. 124-25.

Romualdo Morrone, Cronache del brigantaggio, "L' industria meridionale", a. XIV, n. 8, 15 maggio 1975, p. 21.

Aldo Pugliese, Cronache del brigantaggio in Calabria, "La parola socialista", n. 8, settembre 1974, pp. 59-61.

Giuseppe Leone, Due edizioni di prose giornalistiche del Padula, "Calabria/Cultura", luglio-dicembre 1974, pp. 458-59.

Anonimo, La lezione di Vincenzo Padula, "Calabria oggi", 17 ottobre 1974, p. 8.

Giacinto Namia, Cronache del brigantaggio in Calabria "Quaderni Calabresi", n. 36, 1975, pp. 60-61.

 

                                            Volgar' eloquio

Enzo Golino, Pasolini: era nato "corsaro", "La Repubblica", a. II, n. 36, 16 febbraio 1997, p. 9.

Michele Sovente, Il mito del volgar eloquio, "Il Mattino", a. LXXXVI, 17 marzo 1977, p. 3.

Tavo Burat, P.P. Pasolini in vprasanje narecja, "Zaliv", Trieste, n. 3-4,  dicembre 1978, pp. 202-04.

Tavo Burat, P.P. Pasolini in vprasanje narecja, "Zaliv", Trieste, 1979, n. 1-2, pp. 51-60.

Sebastiano Martelli, Dal linguaggio tecnologico al "volgar' eloquio", "Misure critiche", n. 22, gennaio-marzo 1977, pp. 55- 74.

Anonimo, La Ceceide, Volgar' eloquio, "Il Cantastorie", n. 25, aprile 1978, p. 15.

 

                                               Fascismo sui muri

Francesco Fuschini, Il muro, specchio dell' anima, "Il Resto del Carlino", 27 agosto 1976, p. 3.

Michele Sovente, Una scrittura alternativa, "Il Nostro Tempo", 29 agosto 1976, p. 3.

Luigi Necco, Sui muri di Napoli gli slogan del fascismo più parolaio, "Il Messaggero", 8 settembre 1976, p. 14.

Cesare Marchi, Antologia di poemi-spray, "Il Giornale", 6 agosto 1976, p. 3.

Anonimo, Fascismi sui muri, "Paese sera", 25 giugno 1976, p. 12.

Gino Locatelli, Il fascismo sui muri, "Paese sera", 11 giugno 1976, p. 20.

Sergio De Gregorio, Antropologia e neofascismo nel Mezzogiorno, "Paese sera", 30 dicembre 1977, p. 4.

Ugoberto Alfassio Grimaldi,  La strategia del gergo plebeo, "Il Giorno", 22 settembre 1976, p. 7.

Anonimo, Inchieste, "La Repubblica", 15 agosto 1976, p. 21.

Anonimo, fascismi sui muri, "L' Ora", 27 giugno 1976, p. 3.

G. Campi, Tre studi sulle fonti della cultura fascista, "L' Astrolabio", 28 dicembre 1976, pp. 39-40.

Anonimo, Fascismo sui muri, "Il Lavoro", 20 giugno 1976, p. 7.

Franco Bonifacio, Fascismo sui muri, "Nuovi Orientamenti", settembre 1976, pp. 20.

C.G., Le scritte neofasciste sui muri di Napoli, "La Notte", 8 settembre 1976 p.7.

Romualdo Marrone, Fascismo sui muri, "L' Industria Meridionale", 15 settembre 1976, p. 12.

Luigi M. Lombardi Satriani, Fascisno sui muri, "La Voce della Campania", 2 giugno 1976, p. 84.

Anonimo, Fascismo sui muri, "L' Unità", 25 giugno 1976, p. 3.

Rosita Petrella, Fascismo sui muri, "La Voce di Napoli", 4 giugno 1976, p. 3.

 

                                             La Ceceide

Giorgio Barberi Squarotti, Ritorna la satira, "La Stampa", 9 aprile 1976, p. 2.

Mario La Cava, La poesia calabrese fra nostalgia e rivolta, "Tuttolibri", a. IV, n. 47-78, 23 dicembre 1978, p. 10.

Mario Picchi, La Ceceide di Vincenzo Ammirà, "L' Espresso", a. XXII, n. 19, 9 maggio 1976, p. 89.

Gianfranca Ranisio, La Ceceide, "Etnologia, antropologia culturale", a. XXX, gennaio-giugno 1976, pp. 127-28.

Gaetano Scalamandrè, Vincenzo Ammirà e la critica, "Hipponiana", a. II, n. 6 (1994), p.33.

 

                                      La Ngagghia e la Rivigliade di Ammirà

Giuseppe Ruffo, Vincenzo Ammirà ed Ettore Alvaro, "Calabria sconosciuta", a. IV, n. 13, gennaio-marzo 1981, pp. 47-48.

 

                                         Le parole e il potere

Salvatore Claudio Sgroi, L' ideologia nei dizionari della lingua italiana, "Studi italiani di linguistica teorica ed applicata", a. X, n. 2-2-3, 1981, pp. 423-426.

Elisabetta Torcé, L' ideologia palese dei vocabolari italiani, "Avanti", 14 maggio 1978, p. 3.

Edoardo Ballone, Le parole e il potere, "Tuttolibri", 29 aprile 1978, p. 20.

Stefano Lanuzza, Sinistrese e dintorni, "Giorni", 15 febbraio 1978, p. 58.

Anonimo, Tagliacarte, "L' Arena di Fola", 12 aprile 1980, p. 8.

 

                                       Terre e briganti

Edoardo Ballone, Terre e briganti, "Tuttolibri", 11 febbraio 1978, p. 9.

Andrea Agosti, Un allacciamento alla tradizione italiana, "Quotidiano dei lavoratori", a. IV, n. 271, 2 dicembre 1977, p. 6.

Flavio Ermini, Terre e briganti, "Quotidiano dei lavoratori", 21 febbraio 1978, a. IV, n. 43, p. 6.

 

                                          L' identità minacciata

Rosa Troiano, L' identità minacciata, "Misure Critiche", a. IX, n. 31-32, pp. 137-39.

Rosa Troiano, Cultura popolare e letteratura dialettale in Calabria dall' Unità ad oggi, in La letteratura dialettale in Italia, Atti Convegno, Palermo, 1984, pp. 728-56.

 

                                       Storia di una censura

Paolo Alatri, Quel prete così prolifico, "Il Messaggero", 23 aprile 1980, p. 16. 

Tarcisio Tarquini, Quel prete che interessò Croce, "Avanti", 23 marzo 1980, p. 3.

Anonimo, Vincenzo Padula: storia di una censura, "Sviluppo", n. 23, ottobre-dicembre 1981, scheda 479.

Giuseppe Abbruzzo, Un' opera fondamentale per studi sull' abate acrese, "Confronto", febbraio 1990, p. 3.

Giovanni C. Martire, Come si dimezza uno scrittore scomodo, "Contenuti", a. XVI, n. 10-12, 1985, pp. 41-46.

 

                                            La maschera della Cuccagna

Antonio Ghirelli, Il sogno eterno degli affamati, "Corriere della Sera", 14 agosto 1981, p. 3.

Stefano De Matteis, La Maschera della Cuccagna, "Scena", dicembre 1981, p. 90.

Corrado Ruggiero, Quando il viceré ordinò la festa della Cuccagna, anzi del sangue, "Paese sera", 2 luglio 1981, p. 9.

Anna Pisani, La Cuccagna: antico mito popolare, "Napoli oggi", 29 luglio 1981, p. 4.

Anna Pessina, La maschera della Cuccagna, "Valori umani", settembre-ottobre 1981, p. 29.

Costanza Falanga, L' uomo selvaggio, "Il Giornale di Napoli", 21 luglio 1994, p. 17.

Pompeo Onesti, Il gioco della Cuccagna, "La Città", 30 maggio 2001, p. 8.

 

                                       Risposta al Dialetto napoletano

Michele Prisco, Quante polemiche per quel "vernacchio", "Il Mattino", 9 settembre 1982, p. 3.

Mario Picchi, Luigi Serio, Risposta al Dialetto napoletano, "L' Espresso", 12 settembre 1982, p. 87.

Bruno Iorio, Risposta al Dialetto napoletano dell' abate Galiani, "Il Progresso del Mezzogiorno", a. VII, n. 13, giugno 1983, pp. 107-08.

Corrado Ruggiero, Una "guerra" di dialetti, "Paese sera", 19 settembre 1982, p. 19.

Anna Santoro, Una rilettura della polemica Serio-Galiani, in "Esperienze letterarie", 1993, n. 2, pp. 29-39.

 

                                            Lazzari e giacobini

Antonio Ghirelli, Pulcinella ambasciatore a Venezia, "Corriere della Sera", 17 gennaio 1982, p. 3.

Gianni Custode, Lazzari & Giacobini: e fu rivoluzione, "La Gazzetta del Mezzogiorno", 28 novembre 1999, p. 21.

Francesco De Core, Un' "ancora" per il Mezzogiorno, "Corriere del Mezzogiorno", 15 aprile 1999, p. 11.

Mirella Armiero,  1799. I volti della plebe giacobina e sanfedista, "Corriere del Mezzogiorno", 29 giugno 1999, p. 11.

Rosa Troiano, Lazzari e giacobini. La letteratura per la plebe (Napoli 1799), "Misure Critiche", a. XII, n. 44-45, luglio- dicembre 1982, pp. 183-84.

 

                                         Te Deum de' Calabresi

Anna Santoro, Il Te Deum de' Calabresi, "Esperienze letterarie", 1983, n. 3., pp. 112-14.

Raffaele Colapietra, Note e notizie, "Giornale critico della filosofia italiana", a. LXV, fasc. I (1986), pp. 138-42.

Mario De Bonis, Il Te Deum de' Calabresi, "Periferia", a. VI, n. 18, 1983, pp. 85-86.

Antonio Lotierzo, Il Te deum de' Calabresi, in "Parallelo 38", 1984, pp. 71-75.

Giseppe Arena,  Il Te deum de' Calabresi, Napolinotte, a. XXIX, n. 67, 21 marzo 1984.

Armando Gammetta, Il Te deum de' Calabresi, "La tela del ragno", a. II, n. 3-4, settembre 1984, p. 47.

Anonimo,  Il Te Deum secondo i giacobini, "Avvenire", 3 febbraio 2000, p. 22.

 

                                         Poesie inedite di V. Padula

Giorgio Barberi Squarotti,  Satira ed erotismo del prete patriota, "La Stampa", 3 giugno 1977, p. 3.

Enrico Ghidetti, V. Padula, Poesie inedite, "La Rassegna della Letteratura Italiana", gennaio-agosto 1978, pp. 298-99.

Federico Frascani, Sfortuna postuma di Vincenzo Padula, "Il Mattino", 16 aprile 1977, p. 3.

Anonimo,  Un minore dell' Ottocento, "Il Giorno", 23 febbraio 1977, p. 3.

Antonio Barbuto, Di alcuni recuperi paduliani, "Rassegna di cultura e vita scolastica", gennaio 1977, p. 4.

Gualtiero Fammilla, "Poesie inedite" e "L' Orco" di Vincenzo Padula, "Il Giornale di Calabria", 15 giugno 1975, p. 3.

 

                                       Prefazione a Bercè, Festa e rivolta

Antonio Recupero, Festa e rivolta, "Incontri Meridionali", a. V, n. 2 (1985), p. 183-84.

 

                                          L' immaginazione filologica

Antonio Lotierzo, Lingua e dialetto in Vincenzo Padula, "Nodi", 1985, pp. 7-8.

 

                                     L' ordine proprietario e la follia

 B.C., La narrativa di Strati, "Daedalus", luglio-dicembre 1992, pp. 156-57.

 

                                         Pulcinella. Il mito e la storia

Paolo Isotta, Ballata triste di un geniale imbecille, "Corriere della sera", 12 luglio 1992, p. 3.

Marcello Veneziani, Riabilitiamo anche Pulcinella, "Il Tempo", 25 giugno 1992, p. 1.

Ruggero Guarini, Quel genio in maschera, "Il Messaggero", 4 maggio 1992, p. 15.

Franco Albanese, Un ribelle sempre attuale, "Il Messaggero", 4 novembre 1992, p. 15.

Enzo Marzo, Satira, il segreto di Pulcinella, "Corriere della sera", 4 giugno 1992, p. 12.

Carlo Maria Pensa, Pulcinella? Non parliamone male, è uomo di giudizio, "Famiglia cristiana", 9 novembre 1992, p. 14.

Francesco Mannoni, Pulcinella il trasgressore, "Secolo d' Italia", 1992, n. 120, p. 8.

Marino Niola, Pulcinella contro "L' Unità", 15 giugno 1992, p. 3.

Romeo De Maio, Un filosofo della libertà, "Il Giornale", 4 luglio 1992, p. 3.

Claudio Cumani, Prof. Pulcinella, "Il Resto del Carlino", 2 luglio 1992, p. 3.

Luciana Libero, Pulcinella grande esternatore, "La Nazione", 21 giugno 1992, p. 4.

Giovanni Ruggiero, Pulcinella tra smorfia e potere, "Avvenire", 21 maggio 1992, p. 3.

Rino Mele, L' uccello Pulcinella, "Il Giornale d' Italia", 11-12 luglio 1993, p. 15.

Pasquale Bellini, Un burattino senza fili, "La Gazzetta del Mezzogiorno", 10 maggio 1992, p. 17.

Paolo Apolito, Maschera pensante, "Il Mattino", 11 luglio 1992, p. 13.

Piergiorgio Giacché, Pulcinella. Il mito e la storia, "Etnoantropologia", n. 2, 1993, pp. 139-41.

Mirella Armiero, L' anima segreta di un popolo, "La Voce", 13-26 luglio 1992, p. 8.

Anonimo, Desiderare Pulcinella, "Itinerari", novembre 1991, p. 132.

Antonio Lotierzo,  Pulcinella: l' enigma e le tradizioni, "Qiaderni Meridionali", a. VIII, n. 21, giugno 1993, pp. 39-45.

Roberto Barbolini e Sandra Petrignani, Libri d' estate, "Panorama", 9 agosto 1992, p. 95.

Roberto Nistri, Viaggio attorno al pecorino, "Quotidiano", 26 agosto 1992, p. 3.

Mirella Armiero, Pulcinella per sempre, "Il Giornale di Napoli", 29 aprile 1992, p. 3.

Anonimo, Pulcinella. Il mito e la storia, "Paese sera", 21 maggio 1992, p. 6.

Mario Picchi, Pulcinella, "L' Espresso", 7 giugno 1992, p. 92.

Anonimo, Storia di Pulcinella, "Libertà", 28 aprile 1992, p. 3.

Mirella Armiero, Un buffone e il suo doppio, "Il Giornale di Napoli", 4 maggio 1993, p. 15,

Pellegrino Sarno, Misteri e segreti nel nome di Pulcinella, "La Repubblica"- Napoli, 8 giugno 1992, p. XII.

L.N., Scaffale, "La Prealpina", 10 maggio 1992, p. 3.

Mirella Armiero, Venite tutti a vedere il vero Pulcinella, "Il Giornale di Napoli", 8 giugno 1989, p. 3.

Maricla Boggio, Ambivalente e alternativo, le due anime di Pulcinella, "La Sicilia", 16 gennaio 1992, p. 3.

Anonimo, la follia di Pulcinella, "Wimbleton", n. 30, ottobre 1992, p. 8.

Giovanni Natale, I segreti di Pulcinella, il nemico del Potere, "Giornale di Sicilia", 12 giugno 1992, p. 22.

Anonimo, Pulcinella, "Avvenimenti", 3 giugno 1992, p. 3.

 

                                          La piazza

Marino Niola, Una piazza per il "doppio" elettronico, "L' Unità", 25 novembre 1966, p. 5 (ediz. nazion.).

Mirella Armiero, Un universo di vagabondi e commedianti, "...."

 

                                     Le letterature popolari

Rosa Martucci, Le letterature popolari, "Lares", a. LXVIII, n. 4 (2002), pp. 705-07.

 

                                               L' altalena

Vittorio Paliotti, L' erotismo in altalena, "Settimana TV e tempo libero", 18 agosto 1994, p. 10.

Maria Luisa Altieri, L' altalena dell' amore, "Il Mezzogiorno", 4 febbraio 1994, p. 11.

Antonio Lotierzo, I desideri dell' altalena, "Basilicata", 6 marzo 1994, p. 21.

 

                                      Il Carnevale a Napoli

Valeria Jacobacci, Dimenticare la miseria con la fantasia, "Roma", 24 febbraio 2004, p. 11.

 

                  Un' odissea etnografica, prefazione a Belmonte

Marino Niola, Tra plebe e borghesia, "L' Unità", 21 ottobre 1997, p. 3.

Mirella Armiero, La città di frontiera raccontata da uno studioso americano, "Corriere del Mezzogiorno", 22 ottobre 1997, p. 9.

Monica Gemelli, L' antropologo e la sirena, "Il Mattino", 23 ottobre 1997, p. 16.

 

                                        Corpi senza pace

Mirella Armiero, Belzebù non fa distinzioni di classe, "Corriere del Mezzogiorno", 20 gennaio 1998, p. 9.

 

                                    La cultura dell' invidia

Vincenzo Spagnolo, Cade la scienza, torna l' invidia, "Avvenire", 6 luglio 1999, p. 25.

 

                                    Michele 'o Pazzo

Carlo Franco. Michele 'o Pazzo. L' altro 1799, "Corriere del Mezzogiorno", 30 aprile 2000, p. 15.

 

                                 Il gioco del lotto a Napoli

Giuseppe Montesano, Provaci ancora lotto, "Il Diario", 2000, n. 8, pp. 64-65.

 

                    La possessione diabolica

Gianpiero Cinque, Novità in libreria, "Giornale di Sicilia", 13 febbraio 2004, p.

Salvo Vitrano, Un diavolo chiamato trasgressione, "Il Mattino", Napoli, 22 novembre 2003, p. 38.

Anonimo, Esorcismi e antropologia della possessione diabolica, "Il Denaro", 13 febbraio 2004, p. 34.

Antonio Piedimonte, Quel desiderio di libertà negata, "Corriere del Mezzogiorno", 20 novembre 2003, p. 3.

Francesco Prisco, Storie di posseduti ed esorcismi sotto la lente dell' antropologia, "Il Salernitano", 30 gennaio 2004, p. 3.

Gilda Camaggio, Possessioni o solo desideri frustrati?, in "La Città", Salerno, 14 febbraio 2004, p. 15.

Francesca Longo, Come liberarsi dal demonio legandosi a una colonna, "Corriere del Mezzogiorno", 3 marzo 2004, p. 13.

Anonimo, Possessioni diaboliche e esorcismi, "Seracittà", Napoli, 16 febbraio, 2004 (a. II, n. 29), p. 9.

Rosanna Di Giacomo, Al di là del bene e del male, "Agire", 21 febbraio 2004, p. 3.

F.L., Possessioni diaboliche ed esorcismi, "Puglia", (?)  22 gennaio 2004, p. 11.

F.L., Possessioni diaboliche e esorcismi: chi ci crede?, "Lucania" (?), 31 gennaio 2004, p. 5.

Anonimo, Possessioni diaboliche e esorcismi, "Seracittà", Napoli, 16 febbraio 2004, p. 9.

Tommaso A. Poliseno, Storie avvincenti di indemoniati e di esorcismi raccolte in una ricerca sul campo, in "Doppio Sogno", rivista on line, a. I, n. 1.

Annamaria Musilli, La possessione diabolica, in "Archivio Antropologico Mediterraneo", anno V/VII (2002-2004), n. 5/7, pp. 314-15.

 

                                         Polvere del nulla

Patrizia Del Barone, Diario di una monaca, in "Eventi", novembre 2004, p. 10.

 

                                       La vita in gioco

Mirella Armiero, Come è cambiato il gioco nell' epoca dell' azzardo globale, "Corriere del Mezzogiorno", 12 dicembre 2006, p. 17.

Stefano Bartezzaghi, Se l' azzardo diventa una malattia, in "Venerdì di Repubblica", n. 958, 28 luglio 2006.

Anonimo, La vita è tutta un azzardo. Studiosi pensano, in "Il Domenicale", 21 ottobre 2006, p. 9.

Tommaso Poliseno, La possessione diabolica. Storie avvincenti di indemoniati e di esorcisti raccolte in una ricerca sul campo, in “Doppio sogno”, ........., rivista on line.

 

                                                 L' odore della bellezza

Annalisa Lualdi, Un bisturi per l' anima. E' nato il "fitwellness", in "La Repubblica", Napoli, 8 dicembre 2007, p. XXI.

Angelomichele De Spirito, L' odore della bellezza. Antropologia del fitness e del wellness, in "Ricerche di Storia Sociale e Religiosa", a. XXXVI (2007), n. 72, pp. 249-50.

     

                              Per forza o per amore (Mostra e Catalogo)

Anonimo, Storie di briganti del Meridione, in "Il Denaro", 06/09/2008, p. 70.

Tiziana Cozzi, Donne fuorilegge, "La Repubblica", Napoli, 5 dicembre 2007, pp. 31-32.

Donatella Trotta, Le brigantesse, ribelli dell' altro Sud, "Il Mattino", 5 decembre 2007, p. 50.

Eleonora Pontillo, Brigantesse per orgoglio, "Corriere del mezzogiorno", 5 dicembre 2007.

 

 

H.   ANTOLOGIA  DI  GIUDIZI  ESTRAPOLATI  DALLE RECENSIONI

 

 

                                                 Su Pulcinella. Il mito e la storia

     Opera enciclopedica e profonda ... la vastità della materia e meglio ancora l' ampiezza degli sfondi, la finezza dell' ordito, infine la capacità di dominare collegandoli oggetti e metodi così disperantemente disparati, fanno di questo libro un' opera importante e si vorrebbe dire capitale: un' opera importante per la cultura italiana; che meriterebbe discorsi approfonditi al di là di quelle modeste recensioni di giornale in cui tutti i libri alla fine sono equiparati ...

     Scafoglio centra genialmente un punto capitale quando vede in Pulcinella concentrarsi tutti i fattori di disprezzo che lo rendano naturalmente vittima sacrificale: un sacrificio ch' è anche un esorcismo, perché, morendo, una simile figura ci libera ritualmente e provvisoriamente di quella parte di noi che vorremmo non fosse ....

(Paolo Isotta, in "Corriere della Sera", 12 luglio 1992).

 

     ... Un libro dunque totale e a suo modo proteiforme come il suo argomento ... plensdido libro, pieno di intelligenza e di devozione, di erudizione e di perspicacia ...

(Ruggero Guarini, in "Il Messaggero", 4 maggio 1992, p. 15)

 

     questa è una monumentale, illustratissima carta d' identità della famosa Maschera ...

(Carlo Maria Pensa, in "Famiglia Cristiana", 9, 9, 1992).

 

     ... un' opera di grande impegno e di grande mole ... un lavoro di ricerca, ampio ma mirato, generoso ma rigoroso, che si è saputo muovere sul cumulo pressoché infinito di dati e reperti, combinando una visione aperta con una lucida regia. Un lavoro che non si rifiuta mai di scendere nella profondità di ciascun aspetto o problema, e però non disattende il compito di svolgere in continuazione il tema generale: ogni tratto esaminato, ogni aergomento per quanto specifico e parziale porta dunque il suo contributo ad una descrizione complessiva ottenuta come per irradiamento, giacché Pulcinella è un soggetto tanto visibile quanto imprendibile, un fenomeno che non si può fermare, visualizzare, contornare ...

(Piergiorgio Giacché, in "Etnoantropologia", 2, 1993).

 

     Opera che certamente segna una svolta negli studi, finora già numerosi, su Pulcinella, è quest' ultimo libro sulla famosa maschera napoletana ...

(Mirella Armiero, su "Il Giornale di Napoli", 4 maggio 1993).

 

                                              Su La possessione diabolica

     distacco scientifico e partecipata comprensione si intrecciano e fondono in questo libro, in cui l' analisi minuziosa e il racconto limpido e piano si impennano a momenti in pagine di notevole intensità e di forte coinvolgimento ...

(Anna Maria Musilli, in "Archivio Mediterraneo", a. V/VII, n. 5/7).

 

     Il volume che arriva oggi in libreria appare come un felice mix di qualità e profondità, e, soprattutto, costituisce un' autentica pietra miliare in questo campo, in Italia e non solo. Si tratta infatti del primo, autentico studio antropologico sul fenomeno della possessione diabolica (sinora si erano studiati per lo più i culti di possessione), destinato a diventare in breve un punto di riferimento per studiosi e appassionati. Indagine inedita, ma anche lettura piacevole ed intrigante, perché l' affiatato duo Scafoglio-De Luna, come nelle altre occasioni, ha operato la scelta più felice: scrivere senza scivolare nella palude linguistica del gergo dell' antropologia. Una strada coraggiosa, che ha permesso di condurre la rigorosa scientificità dello studio  delle ricerche sul fertile terreno della fruibilità e della godibilità. E si avverte immediatamente il respiro di una narrazione minuziosa ed appassionante, che si dipana tra incredibili (quanto autentiche) storie di indemoniati e descrizioni di comportamenti e forme culturali, fra avvincenti esorcismi e dettagliati studi sulla complessità del rito ...

(Antonio Piedimonte, in "Corriere del Mezzogiorno", 20 novembre 2003)

 

     ... ci muoviamo nell' ambito della ricerca antropologica che ci consegna, con la precisione dei suoi strumenti e e il rigore dell' analisi sul campo, lo studio di un fenomeno arcaicissimo e complesso ... Falliti positivismo e psicoanalisi, il libro dei nostri studiosi ci consente una visione assai più ampia e più storica di un fenomeno che mostra quanto uomo natura e mondo animale siano ben più connessi che non si creda.

(Francesca Longo, in "Corriere del Mezzogiorno", 3 marzo 2004).

 

     Meglio non leggerlo di notte La possessione diabolica. Perché, pur trattandosi di una dotta indagine condotta secondo la moderna scienza antropologica, situazioni e scenari, che il libro evoca, con un' esemplificazione d' accattivante taglio narrativo, possono sempre suscitare ombre inquietanti ... I due autori ci aiutano a capire genesi culturale e storia degli orrori che affascinano  e a esplorarne, fin dove è possibile, paradossi e misteri ...

(Salvo Vitrano, in "Il Mattino", 22 novembre 1903).

 

                                                 Su Polvere del nulla

     Domenico Scafoglio rilegge in chiave antropologica il diario della benedettina e restituisce nella Introduzione una rappresentazione del fenomeno  del monachesimo femminile scevra di quegli stereotipi e luoghi comuni che l' avevano caratterizzato fino alla metà del secolo scorso ...

(Patrizia Del Barone, in "Eventi", novembre 2004).

 

                                                Su Numeri. Il gioco del lotto a Napoli

     Si è appena varcata la soglia di Numeri, che le coordinate superficiali e folkloristiche con cui discutiamo di giochi e in particolare del lotto a Napoli ci vengono meno, e inseguendo Domenico Scafoglio nella sua rigorosa scorribanda nella storia del gioco, ci avventuriamo sul terreno minato del rapporto tra la modernità e l' arcaico che sopravvive nascosto nelle sue viscere. =...

 (Giuseppe Montesano, in "Il Diario", 2000, n. 8).

 

                                               Su L' altalena

     ... Libro dotto nei concetti, ma molto ben scritto e piacevolissimo per il lettore, che parte da una ricerca empirica (in Sila) ma ricostruisce i riti agrari propiziatori in cui compare l' altalena, dai Greci al Borneo, servendosi di un materiale letterario e figurativo prevalentemente francese (Maupassant e Aragon, Fragonard e Watteau) ...

     Stilisticamente squisito, con una scrittura che ha del Camporesi o del Macchia, questo denso saggio illumina con opportune reti relazionali un settore demoantropologico poco frequentato e ne rivela la nascosta ricchezza problematica ....

(Antonio Lotierzio, in "Basilicata", 6 marzo 1994).

 

     Ammiccante ma documentatissimo libro di Domenico Scafoglio. Autentica piccola enciclopedia di tutto ciò che di letterario, di pittorico, di musicale, di folcloristico sia mai stato dedicato a quello che apparentemente non è che uno svago per giovanette, il libro di Scafoglio possiede anche uno spessore interpretativo ...  

(Vittorio Paliotti, in "Settimana TV e Tempo Libero", 18 agosto 1994).

 

    ... Una proposta nuova, che offre al lettore temi e spunti di riflessione trattati con levità di tocco. ... Si ritorna al lato oscuro, allusivo del gioco. Ed è questa la faccia un po' nascosta che l' autore indaga, andando oltre la vicenda delle origini dell' altalena come rito propiziatorio e divinatorio ...

(Maria Luisa Altieri, in "Il Mezzogiorno", 14 febbraio 1994).

 

                                  Su Risposta al Dialetto napoletano dell' abate Galiani

     Il libro travalica l' apparente contingenza della "curiosità" e va a collocarsi fra i contributi più notevoli e seri della e sulla cultura di quegli anni ...

(Michele Prisco, in "Il Mattino", 9 settembre 1992).

 

 

                                              Su La Maschera della Cuccagna

     Il saggio riassume, con dovizia di documenti e rara finezza di osservazioni, il tragico Carnevale napoletano del 1764 ...

(Antonio Ghirelli, "Corriere della Sera", 14 agosto 1981.

 

                                            Su Lazzari e Giacobini

    Succinto ma succosissimo saggio di Domenico Scafoglio, che documenta con i testi alla mano e con osservazioni molto pertinenti le enormi difficoltà che i propagandisti giacobini incontrarono per semplificare in dialetto i concetti di libertà, fratellanza, uguaglianza ...

(Antonio Ghirelli, in "Corriere della Sera", 17 gennaio 1982).

 

     Al difficile rapporto tra cultura popolare e intellettuali al potere nel 1799 Domenico Scafoglio dedica il suo Lazzari e giacobini, un libro tra i più stimolanti tra quelli proposto o riproposti nel bicentenario della rivoluzione napoletana ...

(Gianni Custodero, in "La gazzetta del Mezzogiorno", 28 novembre 1999).

 

    ... Lo sguardo con cui viene analizzata la materia è quello dell' antropologo, che individua temi disciplinari specifici ed utilizza fonti ad essi congeniali, come scritti popolari, letteratura di tradizione orale, diari, fogli volanti, cronache anonime e finora mai studiate. Da questo lavoro di scavo e reiterpretazione emerge un elemento spesso rimosso o trascurato dalla storiografia ufficiale, e cioè proprio il rapporto tra i lazzari e i giacobini ..

(Mirella Armiero, in "Corriere del Mezzogiorno", 20 giugno 1999).

 

                                      Su Michele 'o Pazzo e la Repubblica Partenopea

     Questo libro ha in sé una vis polemica capace di scuotere l' establishment storiografico arroccato nei suoi fortini e, soprattutto, nei suoi convincimenti ... "Non ho ancora letto il libro di Scafoglio, uno studioso che apprezzo - spiega lo storico Pasquale Villani - ma conosco le sue idee in proposito. L' invito ad approfondire lo studio dei comportamenti del popolo napoletano è più che opportuno, a patto, però, che si abbia voglia di ribaltare il senso consolidato della storia. E in verità non mi pare che questo sia l' intento di Scafoglio: questa resta una pagina di storia esaltante e fondamentale per Napoli e il Mezzogiorno" ...  Il libro si legge di un fiato, anche perché le gesta del capopolo coinvolgono anche emotivamente ...

(Carlo Franco, in "Corriere del Mezzogiorno", 30 aprile 2000).

 

                                             Su Il Te Deum de' Calabresi

     Contributo importante ai fini della ricognizione e della riscoperta della letteratura giacobina fiorita a napoli alla fine del 1700 è questo lavoro di Domenico Scafoglio, il quale, oltre a fare il punto, con un' ampia e documentata immagine, su varie questioni (identità dell' autore, datazione, ecc.) di questo inno "terribile e bellissimo", secondo la definizione di Croce, qui ripresa e riconfermata, offre un esempio interessante di metodologia tesa a confrontare continuamente analisi del testo (linguaggio e immagini) e analisi storico-comportamentale riguardo al gruppo sociale preso in esame.

(Anna Santoro, in "Esperienze letterarie", Napoli, 1983, n. 3).

 

     E' riproposta l' opera più bella della letteratura giacobina del Mezzogiorno, una parodia del Te Deum cristiano in un singolare dialetto calabrese, cui un misterioso Cardone ha consegnato la lucida rabbia e l' angoscia della generazione rivoluzionaria del '99. (...) Il testo è restaurato con una cura estrema, tradotto con fedeltà e precisione e accompagnato da un commento linguistico che lo rende trasparente.Circa sessanta pagine introducono alla lettura dell' opera, restituendole la pregnanza dei suoi significati e il suo fascino ...

(Mario De Bonis, in "Periferia". settembre-dicembre 1983)

 

     Questo libro di Domenico Scafoglio merita grande attenzione soprattutto per due motivi: discutendo con competenza la tradizione del testo, ci dà, di esso, una lezione corretta, l' unica (finora); e poi perché lo stesso oggetto di studio, il Te Deum de' Calabresi, di per sé ci dice che chi ha operato tale scelta è una mente molto sveglia, ed è tanto in un panorama di accademica e cattedratica mediocrità ...

(Armando Gambetta, in "La tela del ragno", aprile-settembre 1874).

 

     ... accuratissime precisazioni culturali e filologiche, l' influsso documentato di Bayle e di Voltaire, il delicato ed ambiguo problema dell' utilizzazione parodistica del dialetto calabrese, quello più tecnico, ma non meno difficile, della tradizione del testo ...

(Raffaele Colapietra, in "Giornale Critico della Filosofia Italiana", gennaio-aprile 1986).

 

                                               Su Le letterature popolari

     La tradizione narrativa popolare è stata investigata nella sua molteplicità di manifestazioni, con una speciale attenzione ai nuovi scenari delle scritture popolari: alle nuove affabulazioni metropolitane, ai linguaggi dell' erranza (dal viaggio all' emigrazione), alle canzonette, agli slogan sindacali, alle parole d' ordine operaie. Lo spazio delle espressioni popolari è stato dilatato oltre il confine geografico italiano: alla Polonia, come al Perù, a Cuba o al Brasile. Si sono avvicendate analisi di vario taglio metodologico: semiologico, strutturale, sociologico, psicanalitico ...

(Rosa Martucci, in "Lares", ottobre-dicembre 2002)

 

                                              Sull' Introduzione a La fontana rotta

    ... una bella introduzione, che decostruisce il testo nei suoi innumerevoli fili cognitivi e narrativi ...

(Marino Niola, in "L' Unità", 21 ottobre 1997).

 

       

                                           Su Cronache del brigantaggio di V. Padula 

     Gli articoli di V. Padula che trattano del brigantaggio (...) presentano una serie di problemi culturali e politici insieme, e quindi invitano a un discorso interpretativo ben più complesso della sua inchiesta sulla Calabria. Le ampie e dettagliate introduzioni ci sembra contengano validi elementi per una guida seria alla lettura di queste pagine ...

(Giuseppe Costanzo, in "Rinascita", 17 gennaio 1975.

 

     ... dalla precisa e attentissima ricognizione della logica politica che presiede alle pagine paduliane sul brigantaggio, lo Scafoglio trae elementi e  motivi che delimitano la posizione ideologica dello scrittore di Acri ...

(Giuseppe Leone, in "Calabria/Cultura", luglio-dicembre 1874).

 

     I curatori, nella Prefazione, non si limitano a sottolineare le osservazioni economiche, sociali e politiche dello scrittore calabrese, ma mirano a inquadrarne la figura e a metterne in rilievo l' orientamento ideologico, in una prospettiva piuttosto ampia della cultura meridionale e in un confronto continuo con la realtà storica ...

(Giuseppe A. Arena, in "Il Pensiero Politico", 1975, n. 1).

 

                                                Su Terre e briganti

     Terre e briganti è un ulteriore documento di cultura contadina, che fa riflettere lo storico frettoloso e arricchisce lo studioso alla ricerca di particolari inediti di microstoria italiana ...

(Edoardo Ballone, in "Tuttolibri", 11 febbraio 1978).

 

                                           Su Per forza o per amore

     ... L' album alterna ai testi di due specialisti come Simona De Luna e Domenico Scafoglio un prezioso e raro apparato iconografico, che costituisce una sorpresa per chi, pur interessandosi al fenomeno del brigantaggio, non immaginava quanta parte vi avesse l' elemento femminile ... Momento conclusivo di una lunga e documentata ricerca, quest' opera riapre il discorso sul brigantaggio da un punto di vista inedito, invitandoci a fare i conti col nostro passato ...

(Anonimo, in "Il Denaro", 6/9/2008)

 

     ... una sorta di bomba etnografica sul problema storiografico dell' identità italiana, costruita sul silenzio e su molte omissioni, che non riguardano tanto contrapposizioni tra filoborbonici e filounitari, quanto la dignità della memoria, tra l' altro, di quasi centomila morti rimasti idealmente insepolti =...

(Donatella Trotta, in "Il Mattino", 5 dicembre 2007)

 

                                                Su Poesie inedite di V. Padula

     Molto meritoria è l' opera accurata e intelligente di Domenico Scafoglio e Antonio Piromalli, che ci fanno conoscere ora un gruppo di poesie inedite di Vincenzo Padula ...

(Giorgio Barberi Squarotti, in "La Stampa", 3 giugno 1977.

 

     Di alto valore filologico il manipolo di Poesie inedite curato da Domenico Scafoglio e Antonio Piromalli ...

(Antonio Barbuto, in "Rassegna di Cultura e Vita Scolastica", gennaio 1977).

 

                                                    Su Fascismo sui muri

     ... I criteri sono spiccatamente scientifici, in quanto tutto il materiale fascista raccolto è stato scrupolosamente vagliato, catalogato, suddiviso per aree tematiche e anatomizzato secondo le tecniche più agguerrite e avanzate dell' analisi semantica, linguistica, strutturale e socio-ideologica ...

(Michele Sovente, in "Il Nostro Tempo", 29 agosto 1976)

 

     ... analisi minuziosa e puntuale dei meccanismi di strutturazione delle scritte murali ...

(Francesco Fuschini, in "Il Resto del Carlino", 27 agosto 1976.

 

     ... un' analisi sullo specifico del graffito politico, smitizzandone correttamente il ruolo di messaggio necessariamente controinformativo e spontaneo ...

 (Anonimo, in "Il Lavoro", 24 giugno 1976)

 

     ... un' analisi strutturale del linguaggio degradato delle scritte murali neofasciste, esaminando le tecniche di persuasione...  L' analisi antropologica della scritta murale, anche se di solito trascurata, fornisce un notevole contributo alla conoscenza del "messaggio" neofascista ...

(Sergio De Gregorio, in "Paese Sera", 30 dicembre 1977).

 

                                            Su V. Padula - Storia di una censura

     Scafoglio è penetrato con sagacia nella produzione di Padula, precisandone la collocazione sia per quanto riguarda i problemi del brigantaggio, del mondo contadino e più in generale dei nodi sociali del Mezzogiorno all' indomani dell' Unità, sia per quanto riguarda la poesia ludico-erotica, che rappresenta un aspetto essenziale della personalità paduliana nonché un capitolo delle sue disavventure editoriali ...

(Paolo Alatri, in "Il Messaggero", 23 aprile 1980).

 

     Domenico Scafoglio ha ripercorso minutamente i diversi momenti attraverso cui questo rifiuto si è realizzato, magari sotto le mentite spoglie di parziali riconoscimenti e di forzate ammissioni di merito ...

     Come sempre accade in questi casi e comunque solo nei casi che hanno vero rilievo, la storia della critica intorno ad un autore diventa un campione ridotto, ma ampiamente significativo, di una più generale storia della critica: storia magari delle sue ossessioni e dei suoi pregiudizi ...

(Tarciso Tarquini, in "Avanti", 23 marzo 1980).

 

     ... concordiamo con Scafoglio e riteniamo che il suo lavoro segni un punto fondamentale negli studi sul Padula e meriti di essere attentamente studiato e meditato.

 (Giuseppe Abruzzo, in "Confronto", febbraio 1980).

 

 

                                              Su Le parole e il potere

    Gli autori hanno compiuto un abbondante excursus dei sostantivi e degli aggettivi che sono apparsi sui principali vocabolari della lingua italiana nell' ultimo trentennio. Ne è emersa una catalogazione scrupolosa e interessante, che dimostra, con un' analisi comparata, come alcune parole siano tabuizzate, altre vengano alterate nella loro valenza semantica, altre infine siano privilegiate tenendo conto del momento storico ...

     Uno studio originale, che merita di essere conosciuto.

(Edoardo Ballone, in "Tuttolibri", 29 aprile 1978).

 

     L' analisi è una efficace lezione di sociologia per il lettore (e per il linguista), volta a demistificare l' ideologia variamente conservatrice e/o reazionaria dei vocabolari scolastici italiani, riflessa nelle scelte e nelle omissioni di termini e significati ... Siamo grati agli autori per avere efficacemente illuminato un aspetto importante di strumenti "di largo consumo" nelle scuole e fra le persone colte, quali sono i dizionari, a cui la linguistica italiana non ha finora prestato la dovuta attenzione.

(Salvatore Claudio Sgroi, in "Studi italiani di linguistica teorica ed applicata". 1981, nn. 1-2-3).

 

 

 

 

 

 


 
 
 
  POWERED: KERNEL